NEWS

27nov 2017

SUPER AMMORTAMENTO: nuova risoluzione dell’Agenzia delle Entrate

L’Agenzia delle Entrate con la risoluzione 145/E ha fornito nuovi chiarimenti sulla disciplina del super ammortamento con particolare riferimento alla presenza dei beni di costo unitario non superiore a € 516,46.

Per i beni in questione, non dedotti integralmente nell’esercizio ma ammortizzati, la maggiorazione del 40% , spettante a titolo di super ammortamento, non può essere dedotta interamente nell’esercizio di acquisizione, ma deve essere spalmata negli esercizi tenendo conto dei coefficienti di ammortamento fiscali.

24nov 2017

VOUCHER INTERNAZIONALIZZAZIONE: aperto lo sportello per compilare le domande

Il Ministero dello Sviluppo Economico (MISE) ha dato il via alla procedura di compilazione della domanda online per le piccole e medie imprese e le reti di impresa che intendono richiedere il Voucher per l’internazionalizzazione.

Già da martedì 21 novembre 2017 le aziende interessate possono compilare la domanda e firmarla digitalmente attraverso la procedura informatica Export Voucher.

Si ricorda però che l’invio della domanda è previsto a partire dalle ore 10:00 del giorno 28 novembre 2017.

24nov 2017

VOUCHER DIGITALIZZAZIONE: si parte il 15 gennaio 2018

Per la misura di aiuto sono disponibili 100 milioni di euro distribuiti su tutto il territorio nazionale a favore di micro, piccole e medie imprese e delle società tra professionisti per l’implementazione di interventi di digitalizzazione dei processi aziendali e di ammodernamento tecnologico.

L’incentivo è gestito dal ministero dello Sviluppo economico anche se l’operatività del bonus è su base regionale. Questo significa che le risorse disponibili sono ripartite non in maniera uniforme su tutto il territorio nazionale, ma con criteri differenziati fra una Regione e l’altra. In particolare la ripartizione è suddivisa su tre macro aree:

- Regioni meno sviluppate cui è attribuito un fondo di € 26.676.395,23;

- Regioni in transizione cui è attribuito un fondo di € 5.867.283,77;

- altre Regioni del territorio nazionale cui è attribuito un fondo di € 67.456.321,00.

La misura di aiuto non opera col criterio premiale dei “primi arrivati”; dopo 30 giorni dalla chiusura , infatti, il Mise adotterà un provvedimento cumulativo di prenotazione dell’incentivo, su base regionale, dove evidenzierà per ogni domanda l’importo dell’agevolazione prenotata. Qualora la richiesta fosse superiore all’ammontare delle risorse disponibili, non ci saranno esclusioni, ma solo un riparto delle risorse in proporzione al fabbisogno derivante dalla concessione del contributo da assegnare a ciascuna impresa beneficiaria.

Le istanze vanno presentate con la procedura informatica che sarà accessibile sul sito del ministero dello Sviluppo economico dal 15 gennaio 2018. Tuttavia, solo a partire dalle ore 10:00 del 30 gennaio 2018 e fino alle ore 17:00 del 9 febbraio 2018 si potranno presentare le domande. Si ricorda che l’accesso alla procedura richiede il possesso della carta nazionale dei servizi, ovvero un dispositivo che può essere richiesto in Camera di commercio dal titolare dell’impresa e che non va confusa con la semplice firma digitale. Necessaria anche una casella di posta elettronica certificata.

23nov 2017

SABATINI TER: risorse limitate per le imprese che vogliono accedere entro il 31 dicembre

Per le imprese che vogliono accedere entro la fine dell’anno 2017 agli incentivi della Sabatini Ter le risorse sono ormai limitate.

Da un report elaborato dal Ministero dello Sviluppo Economico risulta che soltanto il 15% del plafond totale ammontante a circa 143 milioni di euro è disponibile.

L’agevolazione sull’acceso a prestiti e finanziamenti potrà essere richiesta per l’acquisto o il leasing di macchinari, attrezzature, impianti, beni strumentali a uso produttivo, hardware, software, tecnologie digitali.

22nov 2017

REGIONE MARCHE: bando per la promozione nei mercati internazionali delle imprese

La Regione Marche promuove l’internazionalizzazione delle start up innovative e delle PMI innovative nei mercati globali.

Potranno presentare domanda gli incubatori certificati dal D.L. n. 179/2012, convertito dalla L. n.221/2012 e gli incubatori non certificati costituiti in ATI.

Sono previsti contributi a fondo perduto pari al massimo all’80% delle spese ammissibili. Il contributo sarà erogato al beneficiario (incubatore), il quale provvederà direttamente a corrispondere a ciascuna start up innovativa e PMI innovativa, facente parte del progetto, una quota di contributo pari all’80% delle spese ammissibili e fino ad un massimo di € 10.000,00. Il beneficiario (incubatore), potrà trattenere per i servizi resi al progetto un importo massimo di € 80.000,00.

Le domande potranno essere presentate entro e non oltre le ore 13:00 dell’11 dicembre 2017.