NEWS

30ago 2017

TERREMOTO ISCHIA: aiuti alle imprese per 15 milioni di euro

A seguito del terremoto del 21 agosto scorso, la Banca di Credito Popolare offre finanziamenti agevolati e blocca le rate dei mutui per le imprese colpite dal sisma.

La BCP ha sospeso per 12 mesi le rate dei mutui e dei finanziamenti alle imprese e ai privati ed ha previsto un plafond di 15 milioni di euro per la concessione di nuovi prestiti finalizzati alla ricostruzione di edifici e fabbriche.

I prestiti saranno garantiti da Garanzia Fidi con una riduzione fino al 20% di tassi e commissioni.

Le agevolazioni sono a sostegno delle PMI che hanno sede nei comuni colpiti dal terremoto di Ischia.

29ago 2017

SUPER-AMMORTAMENTO: proroga in vista

Sta prendendo forma il capitolo Industria e imprese della prossima legge di bilancio e nei prossimi giorni dovrebbero essere messe a punto una serie di misure.

Tra le nuove misure che verranno messe in atto potrebbe esserci quasi sicuramente la proroga di un anno del super-ammortamento, l’incentivo fiscale di cui le imprese possono godere se acquistano beni strumentali (proroga, riservata fino qualche giorno fa, soltanto all’iper-ammortamento). L’estensione consentirebbe in entrambi i casi di effettuare l’ordine di acquisto entro il 31 dicembre 2018.

La vera novità del pacchetto Industria 4.0 però sarà legata al lavoro. Si tratta di un credito di imposta per spese in attività di formazione sostenute in misura incrementale rispetto alla media di un periodo precedente. Il “bonus” fiscale, che potrebbe essere del 50% fino a un massimo di 20 milioni, dovrebbe essere inquadrato all’interno degli accordi contrattuali di secondo livello e richiederebbe una copertura di circa 350 milioni in un triennio, agevolerebbe spese effettuate nel 2018 ma avrebbe effetto sulle finanze pubbliche solo a partire dal 2019.

Tra le possibili novità che potrebbe essere introdotte anche un rifinanziamento del Piano straordinario per il made in Italy. La dote aggiuntiva - potrebbe essere di 150 milioni - si aggiungerebbe allo stanziamento ordinario annuo di 50 milioni portando il plafond complessivo per l’nternazionalizzazione a 200 milioni.

Nel pacchetto imprese, infine, potrebbero entrare nuovi interventi per il Mezzogiorno. In primo luogo un Fondo per il private equity e la crescita delle Pmi. Si valuta però anche un aumento della dote attualmente già disponibile per il cosiddetto “bonus Sud”, il credito di imposta per investimenti in beni strumentali nuovi.

29ago 2017

PMI: al Sud un fondo da 150 milioni di euro

Nella prossima manovra finanziaria, con molte probabilità, ci sarà un Fondo per la crescita dimensionale delle Pmi meridionali (di Campania, Calabria, Puglia, Basilicata, Sicilia, Sardegna, Abruzzo, Molise).

Il fondo avrà una dote di risorse pubbliche di circa 100-150 milioni, ai quali dovranno corrispondere altrettante risorse da recuperare nel canale privato tra venture capital e fondi di private equity o private debt. In totale un progetto della portata di 200-300 milioni. Il target sarà rappresentato dalle piccole aziende (resteranno escluse le micro imprese).

Il soggetto attuatore sarà di emanazione pubblica e dovrà raccogliere gli investimenti dei fondi con l’obiettivo di realizzare nell’arco di 2-3 anni almeno una ventina di operazioni per consentire ad altrettante piccole imprese di acquisire lo status di una media azienda in grado di accelerare su investimenti, internazionalizzazione, innovazione.

L’idea è iniziare a creare un primo strato di eccellenze, che attiverebbero un conseguente indotto. Se lo strumento dovesse funzionare, toccherebbe al governo che verrà dopo le elezioni in primavera rialimentarlo con ulteriori risorse.

28ago 2017

REGIONE LAZIO: bando per la realizzazione di “Progetti Strategici”

La Regione Lazio stanzia 12 milioni di euro per la finanziare progetti di R&S in materia di “scienze della vita” e “green economy”.

Le risorse saranno suddivise in due quote di uguale importo:

- € 6.000.000 per i progetti presentati nell’ambito delle “scienze della vita”;

- € 6.000.000 per i progetti in ambito di “green economy”.

Le risorse saranno concesse per la realizzazione di progetti che attuino un’effettiva collaborazione tra Organismi di Ricerca e Imprese (tra cui le PMI), con l’obiettivo di favorire la generazione e la condivisione di conoscenza, lo sviluppo di soluzioni tecnologiche e di applicazioni innovative.

Sono previsti contributi a fondo perduto fino ad un massimo dell’80% delle spese ritenute ammissibili e correttamente rendicontate.

La presentazione delle richieste avviene con la procedura “a graduatoria” e fino a esaurimento della dotazione finanziaria. Le domande potranno essere presentate a partire dalle ore 12:00 del 14 settembre 2017 e fino alle ore 18:00 del 16 ottobre 2017.

28ago 2017

REGIONE LIGURIA: pubblicato il bando “Supporto alla realizzazione di progetti complessi di attività di ricerca e sviluppo per le imprese aggregate ai poli di ricerca e innovazione”

La Regione Liguria favorisce l’elaborazione di progetti che rispondano alle esigenze di innovazione e competitività del territorio ligure, promuovendo lo sviluppo di nuovi prodotti, processi e servizi nuovi o innovativi nell’ambito della Strategia di Specializzazione Intelligente Regionale.

Potranno accedere alle agevolazioni esclusivamente ATS costituite da imprese appartenenti ai 5 Poli di Ricerca ed Innovazione della Regione Liguria.

Gli ambiti individuati sono:

- tecnologie del mare (le risorse messe a disposizione sono pari a € 3.000.000);

- salute e scienze della vita (le risorse messe a disposizione sono pari a € 2.500.000);

- sicurezza e qualità della vita nel territorio (le risorse messe a disposizione sono pari a € 4.500.000).

Sono previsti contributi a fondo perduto, con percentuali differenti per ricerca industriale e sviluppo tecnologico.

Le schede di pre-candidatura potranno essere inviate dal 4 settembre 2017 al 16 ottobre 2017.

Le domande dovranno invece essere presentate dal 02 novembre 2017 al 14 novembre 2017.