NEWS

08nov 2019

MANAGER INNOVATION: pubblicato l’albo da cui le imprese sceglieranno i professionisti

Online l’elenco degli innovation manager, gli specialisti di discipline legate a Industria 4.0 abilitati a fornire consulenze a PMI e reti di impresa nel perimetro dei nuovi voucher, per sostenere processi di innovazione negli ambiti della trasformazione tecnologica e digitale, ammodernamento degli assetti organizzativi, accesso ai mercati finanziari.

L’albo, che sarà riaperto e aggiornato periodicamente, è stato pubblicato con un decreto direttoriale del Mise. Sono 8.956 i nomi dei manager, di cui 5.297 fanno capo a società, mentre i restanti 3.659 lavorano in proprio. Sono, poi, 1.114 i professionisti che si sono accreditati perché già iscritti in altri elenchi dei manager dell’innovazione, mentre gli altri 7.842 si sono accreditati direttamente al nuovo albo.

Le imprese, una volta individuato il professionista, potranno avviare, a partire dalla giornata di ieri, la compilazione della domanda per richiedere il voucher attraverso l’apposita piattaforma.

La compilazione potrà essere completata fino alle ore 17:00 del 26 novembre prossimo. Subito dopo scatterà l’ultima fase, l’invio della domanda di accesso alle agevolazioni, a partire dalle ore 10:00 del 3 dicembre. E il tempo in questo passaggio sarà fondamentale: le istanze saranno ammesse alla fase istruttoria in base all’ordine cronologico di presentazione.

I contributi saranno erogati entro il tetto massimo di 50 milioni di euro. Arrivati alla soglia dei 50 milioni, lo sportello sarà chiuso e le domande rimaste senza copertura saranno considerate decadute.

05nov 2019

SBLOCCATI I BANDI SULLA PROPRIETA’ INDUSTRIALE: nuove risorse per valorizzare brevetti, disegni e marchi d’impresa

Sono state sbloccate le risorse destinate alle PMI per la valorizzazione dei titoli di proprietà industriale.

Le risorse stanziate ammontano a 38,3 milioni di euro di cui:

- 21,8 milioni di euro sono destinati alla misura brevetti+;

- 13 milioni di euro alla misura disegni+;

- 3,5 milioni di euro alla misura marchi+.

Gli avvisi di riapertura degli incentivi saranno pubblicati entro il 30 novembre sulla G.U. e indicheranno modalità e tempi per la presentare le domande.

Il bando Brevetti+ è un programma di agevolazioni finalizzate a favorire la registrazione e valorizzazione di brevetti e privative nazionali e internazionali. La misura prevede due linee di intervento:

- premi per la brevettazione

- incentivi per la valorizzazione economica dei brevetti.

Il bando Disegni+ favorisce la registrazione e valorizzazione economica di disegni e modelli nazionali, comunitari e internazionali. Anche qui sono presenti due linee di intervento:

- premi per il deposito

- incentivi per la valorizzazione economica.

Infine il bando Marchi+ favorisce la registrazione all’estero (sia a livello comunitario che internazionale) di marchi nazionali. Le due linee di intervento sono:

- Linea A: finalizzata a favorire la registrazione di marchi comunitari presso UAMI (Ufficio per l’Armonizzazione del Mercato Interno) attraverso l’acquisto di servizi specialistici

- Linea B: favorisce la registrazione di marchi internazionali presso OMPI (Organizzazione Mondiale della Proprietà Intellettuale).

04nov 2019

INDUSTRIA 4.0: nuovo bando per progetti di innovazione tecnologica

Il Competence Center BI-REX - Big Data Innovation & Research Excellence ha pubblicato il nuovo bando dedicato alle imprese per finanziare progetti di innovazione tecnologica in ambito Industria 4.0.

Il bando vuole supportare progetti orientati alla sperimentazione, prototipazione e adozione di soluzioni tecnologiche e organizzative basate sulle tecnologie abilitanti di Industria 4.0, mediante l’utilizzo dei Big Data, con particolare riferimento a:

- big data per la sostenibilità

- big data per il manufacturing

- ICT per macchine e linee di produzione

- sistemi avanzati per la gestione dei processi di produzione

- security e blockchain

- additive & advanced manufacturing

- robotica collaborativa warehousing e Automated Guided Vehicle (AGV).

L’importo complessivo delle risorse stanziate è pari a 3,2 milioni di euro.

Le proposte progettuali ammesse al finanziamento riceveranno un contributo fino al 50% dei costi sostenuti e documentati, con un massimo di 200.000€. Le attività finanziabili saranno ricerca industriale (finanziata al 50%) e sviluppo sperimentale (finanziata al 25%). Complessivamente il bando ha un budget pari a 3.2 milioni di euro.

La domanda dovrà essere inoltrata entro e non oltre le ore 14.00 del 10 dicembre 2019.

31ott 2019

IPERAMMORTAMENTO E SUPERAMMORTAMENTO: agevolazioni prorogate

La misura dell’iperammortamento per gli investimenti in beni materiali strumentali nuovi è stata prorogata, la conferma è contenuta nella bozza di bilancio a cui sta lavorando l’esecutivo.

Si prevede la possibilità di beneficiare dell’incentivo, effettuando l’investimento entro il 31/12/2021, a condizione che entro la data del 31/12/2020 il relativo ordine risulti accettato dal venditore e sia avvenuto il pagamento dell’acconto (20% del costo di acquisizione).

La maggiorazione del costo di acquisizione degli investimenti viene applicata nella misura del 170% per gli investimenti fino a 2,5 milioni di euro; nella misura del 100% per gli investimenti oltre 2,5 milioni di euro e fino a 10 milioni di euro e nella misura del 50% per gli investimenti oltre 10 milioni di euro e fino a due milioni di euro.

Anche il superammortamento per gli investimenti fino a 2,5 milioni di euro viene prorogato fino al 31/12/2020, a condizione che entro la suddetta data il relavito ordine risulti accettato dal venditore e sia avvenuto, anche in questo caso, il pagamento dell’acconto.

31ott 2019

NUOVA SABATINI: rifinanziata e maggiorata

Sarà rifinanziata la Nuova Sabatini per ulteriori 105 milioni di euro nel 2020 e 435 milioni dal 2021 al 2025.

Viene inoltre stabilito che una quota pari al 30% delle risorse di cui al precedente periodo è riservata alla concessione di contributi per acquisto di macchinari, impianti e attrezzature nuovi di fabbrica aventi come finalità la realizzazione di investimenti in tecnologie, compresi gli investimenti in big data, cloud computing, banda ultralarga, cybersecurity, robotica avanzata e meccatronica, realtà aumentata, manifattura 4D, RFID e sistemi di tracciamento e pesatura dei rifiuti.

La maggiorazione del contributo statale prevista se si tratta di investimenti 4.0 sale dal 30 al 100% per investimenti al Sud con ulteriori 60 milioni di cui 15 milioni riservati a macchinari per processi produttivi ecosostenibili.