NEWS

02nov 2016

MISE: 3 milioni di euro a valere sul bando EuroTransBio

Il Ministero dello Sviluppo Economico mette a disposizione 3 milioni di euro a valere sul fondo FCS per supportare i progetti transnazionali di innovazione industriale in tutti i campi applicativi delle biotecnologie.

Il bando mira a sostenere progetti di sviluppo sperimentale e ricerca industriale realizzati da imprese italiane in collaborazione con altre imprese europee e organismi di ricerca e diffusione della conoscenza.

Le agevolazioni saranno concesse nella forma di finanziamento agevolato e di un contributo alla spesa, così articolate:

a) finanziamento agevolato: 60% per le PMI; 50% per le imprese di grande dimensione. Il finanziamento agevolato non è assistito da forme di garanzia;

b) contributo alla spesa, così articolato: contributo integrativo alla spesa, in misura pari al 10% nominale delle spese riconosciute ammissibili; contributo maggiorativo, in misura pari al 5% nominale delle spese riconosciute ammissibili, esclusivamente per le PMI.

La scadenza per la presentazione della domanda è fissata per il 31 gennaio 2017.

02nov 2016

CUNEO: bando per la costituzione e promozione di reti di imprese

La Camera di Commercio di Cuneo promuove il nuovo bando volto ad incentivare la costituzione di reti di imprese sul territorio con una dotazione finanziaria pari a € 30.000,00.

Sono previsti contributi per le spese sostenute nell’anno 2016 pari al 30% e fino ad un massimo di € 5.000,00 a valere su un investimento minimo di € 2.000,00.

Le domande per accedere al bando potranno essere presentate entro il 31 dicembre 2017.

02nov 2016

INDUSTRIA 4.0: ultime novità

Per i beni interessati dall’iperammortamento del 250% previsti 25 miliardi di euro. L’agevolazione sarà riconosciuta sui beni strumentali ad alta tecnologia per i quali l’impresa è in possesso di una perizia tecnica giurata rilasciata da un ingegnere o da un perito industriale.

Per il credito d’imposta in R&S si prevede un incremento del 30% delle attività nel 2017 con un contributo unico del 50% eliminando così la distinzione tra personale tecnico e personale altamente qualificato.

28ott 2016

CREDITO D’IMPOSTA IN R&S: l’incentivo sale al 50% e copre tutte le spese del personale

Scompare la distinzione tra personale altamente qualificato e non, verrà portato al 50% il contributo per tutte le spese ammissibili. Questo è quanto emerge dal disegno di legge di Bilancio 2017.

Tra le novità anche l’estensione del bonus dal 2019 al 2020 e l’innalzamento da 5 a 20 mln di euro dell’importo massimo spettante annuale per singola impresa.

Secondo il disegno di legge le modifiche si applicheranno a partire dal 2017, tranne l’obbligo di usufruire del bonus in compensazione tramite F24 dall’anno successivo a quello di realizzazione del progetto di ricerca e sviluppo.

28ott 2016

BENI IMMATERIALI: per i software necessario un attestato per beneficiare dell’iperammortamento

Con la nuova legge di bilancio si introdurrà la possibilità di maggiorare del 150% il costo fiscale ammortizzabile relativo a determinati beni strumentali a condizione che i cespiti siano interconnessi al sistema aziendale di gestione della produzione o alla rete di fornitura.

Tre saranno le principali categorie di beni che potranno usufruire dell’iperammortamento del 250%:

- beni strumentali il cui funzionamento è controllato da sistemi compiuterizzati;

- sistemi per l’assicurazione della qualità e della sostenibilità;

- dispositivi per l’interazione uomo macchina e per il miglioramento dell’ergonomia e della sicurezza del posto di lavoro in logica 4.0.

Per i soli soggetti che beneficeranno dell’iperammortamento è consentita inoltre una maggiorazione del 40% del costo di acquisizione di alcuni beni immateriali funzionali alla trasformazione tecnologica in chiave “Industria 4.0”. Si tratta di software, sistemi, piattaforme e applicazioni che consentano di interconnettere determinati macchinari e impianti.

Per accedere all’agevolazione, in particolare per i software, sarà richiesta una dichiarazione scritta dal legale rappresentante attestante le caratteristiche tecniche del bene, mentre per gli acquisti di costo unitario superiore a 500 mila euro tale attestazione dovrà risultare da una perizia giurata.