NEWS

01apr 2019

BOZZA DECRETO “CRESCITA”: torna il bonus per agevolare l’aggregazione di imprese

La bozza del decreto crescita prevede la reintroduzione del “bonus aggregazioni”, introdotto dall’art.1 cmmi 242-249 dellla L. n.296/2006, con la finalità di agevolare i processi di aggregazione tra le imprese.

In particolare, nella bozza del decreto, si stabilisce che possa essere trovato gratuitamente riconoscimento sul piano fiscale i maggiori valori contabili che, per effetto di un’operazione di aggregazione attuata mediante conferimento d’azienda, fusione o scissione, vengano iscritti in capo:

- al soggetto incorporante o risultante dalla fusione;

- al soggetto beneficiario della scissione;

- al soggetto conferitario dell’azienda.

La possibilità di beneficiare del riconoscimento fiscale gratuito dei maggiori valori contabili iscritto è subordinata al fatto che si tratti di una vera business combination.

01apr 2019

IPER AMMORTAMENTO: la disconnessione non stoppa l’agevolazione

La momentanea sospensione della interconnessione del bene alla rete aziendale non ne inficia la possibilità di ottenere l’iper ammortamento. La cosa importante è che lo stesso bene continui a registrare dati, che potranno essere inviati in un secondo momento, una volta ripristinato il collegamento alla rete aziendale.

Questo è quanto chiarisce l’Agenzia delle entrate in risposta ad un interpello che si è posto il problema dei macchinari mobili, che spesso si trovano a lavorare in aree aziendali dove il collegamento wi-fi non è disponibile.

L’assenza temporanea di interconnessione non fa perdere l’agevolazione dell’iper ammortamento purchè l’assenza temporanea di interconnessione sia dovuta a peculiari condizioni di utilizzo e non ad un’inidoneità intrinseca del bene a soddisfare tale requisito. Il Mise conferma che tali circostanze non compromettono l’applicazione del beneficio, basta che il periodo in cui il bene opera in mancanza di interconnessione non sia preponderante rispetto al periodo in cui tale interconnessione è presente.

29mar 2019

MISE: sospeso lo sportello su Accordi di innovazione

Considerato che le risorse complessivamente rese disponibili per l’attuazione dell’intervento ammantavano a 646,6 milioni di euro e che alla data del 18 marzo 2019 risultano essere presentate proposte progettuali alle quali corrisponde un fabbisogno finanziario complessivo tale da esaurire il fondo disponibile.

Con decreto direttoriale del 25 marzo 2019, il MISE ha predisposto la sospensione per i termini di presentazione delle proposte progettuali all’accesso alle agevolazioni degli Accordi per l’innovazione per le regioni di Abruzzo, Basilicata, Emilia-Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Molise, Piemonte, Sardegna, Trentino Alto Adige, Umbria, Valle d’Aosta e Veneto.

29mar 2019

BREVETTI: un voucher da 15 mila euro

Al fine di sostenere le star up innovative nel processo di tutela delle proprie invenzioni è in arrivo un voucher per la brevettazione, la ricerca di anteriorità e l’estensione all’estero della privativa.

Il voucher potrà infatti essere utilizzato per tre attività:

- verifica della brevettabilità dell’invenzione e le ricerche di anteriorità preventive;

- stesura della domanda di brevetto e deposito presso l’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi;

- l’estensione all’estero della domanda nazionale.

L’importa massimo del voucher che ogni impresa potrà usufruire sarà di € 15.000,00.

29mar 2019

CREDITO D’IMPOSTA IN R&S: l’agevolazione passerà dal 50 al 25%

Novità in arrivo con il decreto legge crescita che vede nella bozza di proposta il credito d’imposta in R&S ridotto al 25%.

A partire dal 2021 l’agevolazione sarà infatti portata al 25% su tutte le spese ammissibili ma non solo sarà fissato un nuovo triennio di riferimento, il 2016 - 2017- 2018 in base a cui calcolare l’incremento agevolabile e l’incentivo sarà prorogato fino al 2023.