NEWS

07feb 2020

BANDO “CALCOLO AD ALTE PRESTAZIONI”: limite di spesa 40 milioni di euro

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha chiarito il limite di spesa ammissibile alle agevolazioni, per i progetti di ricerca relativi agli accordi per l’innovazione di cui al decreto del 24 maggio 2017, fissato tra un minimo di 5 e un massimo di 40 milioni, si applica anche ai progetti per finanziare attività di ricerca e di innovazione nel campo del calcolo ad alte prestazioni (high-performance computing – Hpc). Tale limite riguarda l’intero progetto transnazionale e non solo la quota di progetto dell’impresa nazionale.

L’ultimo decreto stabilisce inoltre, che anche per le proposte progettuali a partecipazione italiana, ai fini dell’ammissibilità alle agevolazioni nell’ambito dell’intervento «Calcolo ad alte prestazioni», si applichi il limite di costi e spese ammissibili compreso tra i 5 e i 40 milioni di euro. Sono, però, agevolabili esclusivamente i costi sostenuti dai partecipanti italiani e ritenuti ammissibili.

Questi limiti, infatti, si riferiscono all’intero progetto transnazionale, inclusi i costi e le spese dei proponenti di altri Stati membri coinvolti in proposte progettuali a partecipazione italiana. Quanto alle percentuali minime di partecipazione ai progetti, si riferiscono alla sola proposta progettuale presentata in ambito nazionale.

06feb 2020

BANDO MARCHI +3: riapre il bando

Riaprirà il prossimo 30 marzo il bando Marchi+3 per le micro, piccole e medie imprese presenti su tutto il territorio nazionale.

Le agevolazioni sono concesse per favorire la registrazione di marchi già registrati dell’Unione europea presso EUIPO o di marchi internazionali presso OMPI (Organizzazione Mondiale per la Proprietà Intellettuale). Sono finanziabili le spese di progettazione del marchio, di assistenza per il deposito e di assistenza legale per azioni di tutela del marchio.

Ogni impresa potrà contare fino a 20 mila euro di contributo.

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha incrementato la dotazione finanziaria iniziale del bando Marchi+3 e, pertanto, ha disposto la riapertura dei termini per la presentazione delle domande di accesso al contributo.

Lo sportello sarà nuovamente attivo a partire dalle ore 9:00 del 30 marzo 2020 e fino ad esaurimento delle risorse disponibili.

03feb 2020

BREVETTI +: chiuso lo sportello per presentare domanda

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha disposto la chiusura dello sportello a partire dal 31 gennaio 2020 per la presentazione delle domande di accesso alle agevolazioni per la valorizzazione economica dei brevetti a seguito dell’esaurimento delle risorse disponibili.

Sono state presentate 419 domande.

Si ricorda che lo sportello era stato aperto il 30 gennaio 2020.

03feb 2020

BANDO ISI: dal 16 aprile si potrà compilare la domanda

Le domande per partecipare al bando ISI 2019 si potranno caricare a partire dal prossimo 16 aprile fino al 29 maggio attraverso la piattaforma dedicata.

Dal 5 giugno sarà invece possibile effettuare il download del codice identificativo della domanda e verrà comunicata l’apertura dello sportello telematico per l’inoltro della domanda.

Il bando mette in palio oltre 251 milioni di euro per incentivare le imprese a realizzare progetti per il miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza dei lavoratori. La procedura per l’aggiudicazione dei fondi, a fondo perduto fino a esaurimento ripartiti sui singoli avvisi regionali/provinciali è organizzata in tre step:

- I° dal 16 aprile al 29 maggio compilazione della domanda online;

- II° dal 5 giungo le imprese potranno ottenere il proprio codice identificativo;

- III° click day per aggiudicarsi le risorse.

31gen 2020

BONUS PUBBLICITA’: ultimo giorno per inviare la dichiarazione

Scade oggi, 31 gennaio 2020, il temine entro il quale imprese, lavoratori autonomi ed enti non commerciali, che hanno presentato la comunicazione per l'accesso al bonus pubblicità per il 2019 possono inviare la dichiarazione sostitutiva attestante gli investimenti effettivamente realizzati nel corso dell’anno agevolato.

Si ricorda che il budget disponibile per l'anno 2019 è complessivamente pari a 27,5 milioni di euro, di cui:

- 15 milioni di euro per gli investimenti pubblicitari incrementali sui giornali;

- 12,5 milioni di euro per gli investimenti pubblicitari incrementali sulle emittenti radio-televisive locali.

L’elenco dei soggetti ammessi alla fruizione del credito d’imposta per l'anno 2019 sarà pubblicato sul sito web del Dipartimento per l’Informazione e l’editoria successivamente alla trasmissione da parte dell'Agenzia delle Entrate dei dati elaborati sulla base delle dichiarazioni sostitutive sugli investimenti effettuati. Solo a seguito di tale provvedimento si potrà usare il credito d’imposta riconosciuto.

Il bonus assegnato sarà utilizzabile esclusivamente in compensazione mediante il modello F24.