NEWS

11giu 2018

CREDITO D’IMPOSTA PUBBLICITA’: presto il decreto attuativo

Potranno presentare domanda i titolari di reddito d’impresa o di lavoro autonomo e enti non commerciali che effettuano investimenti in campagne pubblicitarie, il cui valore complessivo superi di almeno l’1% quelli realizzati nell’anno precedente sugli stessi mezzi di informazione (investimenti incrementali).

L’agevolazione è pari al 75% del valore incrementale degli investimenti effettuati elevato al 90% nel caso di microimprese, piccole e medie imprese e start up innovative. Peraltro, nel periodo di prima applicazione, anche alle microimprese, piccole e medie imprese e start up innovative il credito d’imposta sarà provvisoriamente riconosciuto nella misura del 75%. Ciò in attesa di ricevere l’autorizzazione della Commissione europea sulla compatibilità della maggiore percentuale con la disciplina europea in materia di aiuti di stato.

Se l’ammontare complessivo dei crediti richiesti dovesse superare l’ammontare dei fondi stanziati, si provvederà a una ripartizione percentuale delle risorse tra tutti i richiedenti aventi diritto. Tale ripartizione sarà effettuata applicando due limiti individuali:

- nessun contributo può superare il 5% del totale delle risorse annue destinate agli investimenti sui giornali,

- e il 2% delle risorse annue destinate agli investimenti sulle emittenti radiofoniche e televisive locali.

Per il 2018, i due tetti ammontano, rispettivamente, a 1.500.000 euro per gli investimenti sulla stampa e 250.000,00 euro per quelli sulle emittenti radiofoniche e televisive.

Sotto il profilo oggettivo, sono agevolabili gli investimenti che consistono nell’acquisto di spazi pubblicitari e inserzioni commerciali su giornali quotidiani e periodici, nazionali e locali, anche on line, ovvero nell’ambito della programmazione di emittenti televisive e radiofoniche locali, analogiche o digitali. L’agevolazione si estende anche agli investimenti effettuati nel periodo 24 giugno-31 dicembre 2017, nel rispetto della soglia incrementale dell’1% riferita all’anno precedente. Tuttavia, l’estensione al secondo semestre 2017 riguarda esclusivamente gli investimenti effettuati sulla stampa, anche on line.

Non sono agevolabili le spese sostenute per l’acquisto di spazi destinati a servizi particolari (es. televendite, servizi di pronostici giochi o scommesse con vincite di denaro ecc.)

Il sostenimento delle spese deve risultare da un’apposita attestazione rilasciata dai soggetti legittimati a rilasciare il visto di conformità ovvero dai revisori legali.

Il tax credit pubblicità è alternativo e non cumulabile con ogni altra agevolazione prevista dalla normativa nazionale, regionale o comunitaria. L’ agevolazione è utilizzabile esclusivamente in compensazione tramite modello F24.

08giu 2018

BANDO INAIL: click day il 14 giugno

E’ fissato per giovedì 14 giugno dalle ore 16:00 alle ore 16:30 il click day per l’invio delle domande di partecipazione al bando Isi 2017.

05giu 2018

MISE: bando “trasferimento tecnologico alle imprese”

Il Ministero dello Sviluppo Economico (Mise) ha approvato il bando per gli uffici di trasferimento tecnologico (UTT) delle Università e degli enti pubblici di ricerca italiani.

Il bando prevede il rifinanziamento di progetti già agevolati e il finanziamento di nuovi progetti che abbiano l'obiettivo di aumentare l'intensità e la qualità dei processi di trasferimento tecnologico dalle Università a dagli Enti pubblici di ricerca alle imprese. Il Ministero intende:

a) finanziare oltre la scadenza del finanziamento già accordato ai sensi del citato bando del 23 luglio 2015, per una durata massima fino al 30 giugno 2020 i progetti delle Università italiane e degli enti pubblici di ricerca italiani, per consolidare il processo di rafforzamento degli UTT in corso e massimizzare l'incremento dell'intensità e la qualità dei processi di trasferimento tecnologico dalle Università e dagli Enti pubblici di ricerca alle imprese;

b) finanziare la realizzazione di nuovi progetti che abbiano l'obiettivo di aumentare l'intensità e la qualità dei processi di trasferimento tecnologico dalle Università e dagli Enti pubblici di ricerca alle imprese attraverso il potenziamento dello staff ed il rafforzamento delle competenze degli Uffici di Trasferimento Tecnologico delle Università italiane e degli enti pubblici di ricerca italiani per aumentare la capacità innovativa delle imprese, in particolare di quelle piccole e medie, agevolando l'assorbimento e lo sviluppo di conoscenza scientifico-tecnologica in specifici settori produttivi e contesti locali.

Le risorse complessive ammontano a € 3.000.000,00 e il finanziamento concesso è pari al 50% dei costi ritenuti ammissibili.

Le domande dovranno essere presentate entro il 22 giugno 2018.

04giu 2018

REGIONE MARCHE: approvato il bando per promuovere la partecipazione ai Fondi diretti UE

E' stato approvato il Bando Fesr che intende " Promuovere la partecipazione delle imprese ai programmi comunitari a gestione diretta".

L'intervento ha come obiettivo quello di rafforzare e promuovere la capacità progettuale, favorire i processi di innovazione nelle micro, piccole e medie imprese (MPMI), supportando la loro partecipazione ai Programmi Horizon 2020, Cosme e Life, con riferimento agli ambiti della Strategia di Specializzazione Intelligente.

Le risorse Fesr destinate ammontano a € 300.000,00.

Sono previste due linee di intervento:

-Linea 1 – Voucher: le agevolazioni saranno concesse mediante lo strumento del “voucher”, attivato mediante procedura valutativa just in time, per l’acquisizione di servizi di consulenza ed assistenza tecnica a supporto della progettazione, finalizzati a sostenere la partecipazione delle MPMI marchigiane a “call for proposal”;

-Linea 2 – Seal of excellence: le agevolazioni saranno concesse, tramite procedura valutativa just in time, alle MPMI che hanno presentato progetti di fattibilità a valere sul Programma Horizon 2020 – Sme Instruments (Fase 1) e che pur, avendo ottenuto il “Seal of Excellence”, non sono stati finanziati per carenza di risorse.

Per attivare il bando è necessario costituire l’elenco dei fornitori di servizi a chi le imprese dovranno far riferimento. Successivamente alla costituzione del predetto elenco sarà possibile procedere all’apertura dello sportello per la presentazione delle domande di contributo.

01giu 2018

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO: bando per università e centri di ricerca

Il Ministero dello Sviluppo Economico (Ufficio italiano brevetti e marchi) mette a disposizione un plafond di risorse pari a tre i milioni di euro finalizzati al potenziamento degli Uffici di trasferimento tecnologico (Utt) di università ed enti pubblici di ricerca nazionali (Epr).

Il nuovo bando si prefigge come scopo quello di dare continuità ai progetti già finanziati con il bando del 23 luglio 2015 e di sostenerne di nuovi.

Il nuovo avviso si articola su alcuni focus specifici:

- finanziare i progetti delle università italiane e degli enti pubblici di ricerca italiani, per consolidare il processo di rafforzamento degli Utt in corso, in modo da massimizzare l’incremento dell’intensità e la qualità dei processi di trasferimento tecnologico verso le imprese (risorse disponibili 2,5 milioni di euro);

- finanziare la realizzazione di nuovi progetti che abbiano l’obiettivo di aumentare l’intensità e la qualità dei processi di trasferimento tecnologico dalle università e dagli Epr alle imprese attraverso il potenziamento dello staff ed il rafforzamento delle competenze degli Utt per aumentare la capacità innovativa delle imprese, in particolare le piccole e medie, agevolando l’assorbimento e lo sviluppo di conoscenza scientifico-tecnologica in specifici settori produttivi e contesti locali (risorse disponibili 500mila euro).

Le domande possono essere presentate entro il 22 giugno 2018.