NEWS

26ago 2020

BREVETTI+: domande a partire dal 21 ottobre

Il bando Brevetti+ è stato rifinanziato con una dotazione di 25 milioni di euro e le nuove domande per accedere all'incentivo potranno essere presentate a partire dalle ore 12:00 del 21 ottobre 2020.

Si ricorda che il bando finanzia l'acquisto di servizi specialistici per la valorizzazione economica di un brevetto in termini di redditività, produttività e sviluppo di mercato, con particolare attenzione a industrializzazione e ingegnerizzazione, organizzazione e sviluppo, trasferimento tecnologico.

Sono previste agevolazioni a fondo perduto fino a un massimo di 140 mila euro che non può superare l’80% dei costi ammissibili, mentre per gli spin-off accademici e per le iniziative con sede operativa in Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia le agevolazioni possono arrivare al 100% dei costi ammissibili.

Gli incentivi sono concessi nel regime “de minimis”.

26ago 2020

DISEGNI+: domande a partire dal 14 ottobre

Il bando Disegni+4 mira a sostenere la capacità innovativa e competitiva delle PMI attraverso la valorizzazione e lo sfruttamento economico dei disegni/modelli sui mercati nazionale e internazionale.

Le agevolazioni sono concesse nella forma di contributo in conto capitale in misura massima pari all’80% delle spese ammissibili e nel rispetto degli importi massimi previsti per ciascuna Fase e per ciascuna tipologia di spesa.

Il progetto deve riguardare la valorizzazione di un disegno/modello singolo o di uno o più disegni/modelli appartenenti al medesimo deposito multiplo registrati - presso qualsiasi ufficio nazionale o regionale di proprietà intellettuale/industriale - a decorrere dal 1° gennaio 2018 e comunque in data antecedente la presentazione della domanda di agevolazione ed essere in corso di validità.

Le agevolazioni sono finalizzate all’acquisto di servizi specialistici esterni per favorire la messa in produzione di nuovi prodotti correlati ad un disegno/modello registrato (Fase 1 - Produzione), per cui sono ammissibili le spese sostenute per ricerca sull’utilizzo dei nuovi materiali, realizzazione di prototipi, realizzazione di stampi, consulenza tecnica per la catena produttiva finalizzata alla messa in produzione del prodotto/disegno, consulenza tecnica per certificazioni di prodotto o di sostenibilità ambientale e consulenza specializzata nell’approccio al mercato (es. business plan, piano di marketing, analisi del mercato, ideazione layout grafici e testi per materiale di comunicazione offline e online) strettamente connessa al disegno/modello.

Le domande potranno essere presentate a partire dalle ore 9:00 del 14 ottobre 2020 e sino all’esaurimento delle risorse disponibili potranno essere presentate le nuove domande di agevolazione.

26ago 2020

MARCHI+: domande a partire dal 30 settembre

Il bando Machi+ è stato rifinanziato con una dotazione aggiuntiva di 4 milioni di euro e le nuove domande potranno essere presentate a partire dalle ore 9:00 del 30 settembre 2020 e sino all’esaurimento delle risorse disponibili.

L’agevolazione è concessa fino all’80% (90% per USA o Cina) delle spese ammissibili sostenute e nel rispetto degli importi massimi previsti per ciascuna tipologia di servizio.

Si ricorda che il bando prevede due linee di intervento, la prima che concede agevolazioni per favorire la registrazione di marchi dell’UE presso EUIPO (Ufficio dell’Unione Europea per la Proprietà Intellettuale) attraverso l’acquisto di servizi specialistici e la seconda che prevede agevolazioni per favorire la registrazione di marchi internazionali presso OMPI (Organizzazione Mondiale per la Proprietà Intellettuale) attraverso l’acquisto di servizi specialistici.

Ciascuna impresa può presentare più richieste di agevolazione fino al raggiungimento del valore complessivo di 20 mila euro. Ai fini dell’ammissibilità tutte le spese (comprese le tasse sostenute presso UIBM o EUIPO e presso OMPI per la registrazione internazionale) devono essere state sostenute a decorrere dal 1° giugno 2016 e comunque in data antecedente la presentazione della domanda di agevolazione.

Le spese devono fare riferimento a fatture emesse e a pagamenti effettuati a partire dal 1° giugno 2016 e comunque in data antecedente la presentazione della domanda di agevolazione. Le agevolazioni sono concesse in regime “de minimis”.

07ago 2020

ECONOMIA CIRCOLARE: contributi solo alle imprese ritenute affidabili

Le domande di contributo per i progetti di R&S sull’economia circolare potranno essere presentati a partire dal 5 novembre 2020.

Per la misura sono disponibili 155 milioni di euro e sono previsti contributi misti, costituiti dal finanziamento agevolato, paria al 50%, e dal fondo perduto pari al 20% per le micro e piccole imprese e gli organismi di ricerca, 15% per le medie imprese e 10% per le grandi imprese.

I progetti devono avere una spesa minima pari a Euro 500.000,00 e fino ad un massimo di Euro 2.000.000,00.

Possono presentare domanda le imprese di qualsiasi dimensione che esercitano attività industriali, agroindustriali, artigiane, di servizi all’industria e centri di ricerca, che presentano progetti singolarmente o in forma congiunta. Ma solo le imprese ritenute affidabili dal sistema bancario potranno presentare domanda di accesso al bando.

Uno dei requisiti di accesso all’agevolazione è infatti un’attestazione resa da una banca finanziatrice.

07ago 2020

SETTORE MODA: credito d’imposta sulle rimanenze finali di magazzino

Viene concesso un credito d’imposta ai soggetti esercenti attività d’impresa operanti nell’industria tessile e della moda, della produzione calzaturiera e della pelletteria.

Il credito d’imposta è riconosciuto nella misura del 30% del valore delle rimanenze finali di magazzino, eccedente la media del medesimo valore registrato nei tre periodi d’imposta precedenti a quello in corso alla data di entrata in vigore del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri del 9 marzo 2020.

L’agevolazione è riconosciuta fino all’esaurimento dell’importo massimo di Euro 45.000.000,00.

Con un successivo decreto del Ministero dello Sviluppo Economico saranno stabilite le modalità e i criteri di attuazione.