NEWS

17apr 2018

REGIONE MARCHE: sostegno alle aziende agricole

La Regione Marche sostiene gli investimenti nelle aziende agricole attraverso il Psr Marche sottomisura 4.1 - operazione A. L’intervento promosso è finalizzato a garantire il sostegno del settore della produzione primaria attraverso il miglioramento della competitività delle imprese agricole. La Sottomisura si applica nei Comuni della Regione Marche che rientrano nel “cratere del sisma” o nei Comuni fuori dal “cratere” in cui si trovano i fabbricati, strumentali all’esercizio dell’attività agricola, per i quali si è ottenuta ordinanza di inagibilità con un danno classificato di tipo B-C-D-E-F rilevato con scheda AEDES.

La dotazione finanziaria è pari a € 8.000.000,00 e possono accedere alle agevolazioni i soggetti che, al momento della presentazione della domanda, siano imprenditori agricoli ai sensi dell’art. 2135 del codice civile.

Sono previsti contributi pubblici nella misura massima di € 750.000,00 per beneficiario per l’intero periodo 2014-2020.

La scadenza per presentare le domande di sostegno è il 2 ottobre 2018.

16apr 2018

CAMERA DI COMMERCIO DI MACERATA: bando per la concessione di incentivi per le imprese colpite dal sisma

La Camera di Commercio di Macerata sostiene la ripresa produttiva dell’area colpita dagli eventi sismici iniziati il 24 agosto 2016 attraverso la concessione di contributi a fondo perduto.

La dotazione finanziaria prevista per tale intervento è pari a € 480.135,75 ed i contributi saranno erogati fino ad esaurimento della predetta somma.

Possono presentare domanda le piccole e medi imprese che abbiano sede o unità produttiva nei Comuni della Provincia di Macerata interessati dagli eventi sismici.

Sono ammesse a contributo le spese sostenute riguardanti le seguenti tipologie:

- ripristino di beni mobili strumentali (anche usati) quali impianti, macchinari e attrezzature adibiti all’esercizio di attività d’impresa danneggiati;

- acquisto di scorte di materie prime, semilavorati e prodotti finiti, danneggiati e non più riutilizzabili;

- interventi su macchinari, attrezzature ed impianti, volti a ripristinare la piena funzionalità dell’impresa in caso di delocalizzazione;

- spese tecniche documentate riferite alla delocalizzazione per il riavvio dell’impresa.

Il contributo riconoscibile varia da un minimo del 10% fino ad un massimo del 40% a seconda della tipologia di spesa.

Le domande di contributo potranno essere presentate dall’11 aprile e fino alle ore 00:00 del 31 dicembre 2018.

13apr 2018

COMPETENCE CENTER: aggiornate le faq dal Ministero

Dopo il via libera del decreto direttoriale del 29 gennaio 2018, il Ministero dello Sviluppo Economico ha chiarito i principali aspetti riguardanti le condizioni, i criteri e le modalità di finanziamento dei centri di competenza ad alta specializzazione rientranti nel quadro degli interventi connessi al Piano nazionale Industria 4.0.

La misura, introdotta con il Dm 12 settembre 2017, n. 214, prevede specifici benefici funzionali alla costituzione e sviluppo dei centri di competenza sotto forma di contributi diretti alla spesa per la loro costituzione e avviamento nella misura del 50% delle spese sostenute, per un importo complessivo non superiore a 7,5 milioni di euro; per i progetti di innovazione, R&S delle imprese, nella misura del 50% delle spese sostenute, per un importo massimo non superiore a € 200.000,00 a progetto. In particolare, le spese ammissibili per la costituzione e avviamento dei centri sono rappresentate dagli investimenti in attrezzature, impianti e macchinari nonché hardware e software funzionali alla realizzazione del programma di attività, il costo del personale dipendente impegnato nella realizzazione del medesimo programma, le licenze e i diritti relativi all’utilizzo di titoli della proprietà intellettuale, le consulenze specialistiche e tecnologiche, le spese per l’organizzazione dei corsi di formazione e per le attività di marketing.

Il Mise ha ulteriormente chiarito il perimetro agevolabile:

- per i costi del personale risultano ammissibili le sole spese per i lavoratori subordinati, con contratto di collaborazione, in somministrazione o con assegno di ricerca, sostenuti successivamente alla costituzione del centro di competenza e puntualmente rendicontate;

- per le spese relative ad attrezzature, impianti e macchinari è ammissibile l’intero costo di acquisto, senza quindi fare riferimento alle singole quote di ammortamento;

- per i costi relativi alle licenze e diritti per l’utilizzo di titoli di proprietà intellettuali sono ammissibili nella forma delle spese di acquisizione e dei costi ricorrenti, come ad esempio le royalties, limitatamente al periodo di realizzazione del programma di attività. Il Mise ha chiarito inoltre la possibilità di agevolare anche una quota parte delle spese generali relativi all’attuazione del progetto.

I soggetti che possono beneficiare dell’agevolazione sono i centri di competenza costituiti o costituendi mediante apposito contratto nella forma del partenariato pubblico-privato, in cui vi sia almeno un organismo di ricerca e una o più imprese che realizzino programmi volti all’orientamento ed alla formazione delle imprese, finalizzati alla realizzazione di progetti di innovazione, ricerca industriale e sviluppo sperimentale riguardante nuovi prodotti, processi o servizi o anche il notevole miglioramento di prodotti, processi o servizi esistenti tramite lo sviluppo e l’adozione di tecnologie avanzate in ambito Industria 4.0.

12apr 2018

REGIONE MARCHE: bando Internazionalizzazione Legno Arredo

La Regione Marche ha approvato il bando Por FESR 14-20 " Progetto Strategico " Sistema Abitare" a guida regionale per lo sviluppo di azioni coordinate di promozione sui mercati globali per la realizzazione di interventi di internazionalizzazione del prodotto e del processo produttivo".

Le risorse finanziarie destinate al presente bando sono € 1.400.000,00 e possono presentare domanda le micro, piccole e medie imprese.

Sono previsti contributi a fondo perduto nella misura del 50% delle spese ammissibili per un massimo di € 40.000,00 per ciascuna impresa partecipante al progetto.

Le domande di partecipazione potranno essere presentate fino alle ore 13:00 del 11 giugno 2018.

11apr 2018

REGIONE MARCHE: prorogata la scadenza del bando “Ingegnerizzazione industrializzazione dei risultati di ricerca e valorizzazione economica dell’innovazione”

La Regione Marche con decreto del 10 aprile 2018 ha prorogato il bando di accesso POR MARCHE FESR 2014-2020 “Ingegnerizzazione, industrializzazione dei risultati della ricerca e valorizzazione economica dell’innovazione”.

Il nuovo termine per la scadenza della presentazione delle domande sul sistema informatico Sigef è fissato per le ore 13:00 dell’8 maggio 2018.