NEWS

09gen 2019

LEGGE DI BILANCIO 2019: novità in pillole per alcuni incentivi

BONUS FORMAZIONE 4.0

Il bonus formazione viene prorogato con alcune modifiche a favore delle piccole imprese. L’agevolazione per le spese di formazione dei dipendenti (in ottica 4.0), varierà in base alla dimensione dell’impresa:

- 50% delle spese ammissibili per le piccole imprese e fino ad un massimo di € 300.000,00;

- 40% delle spese ammissibili per le medie imprese e fino ad un massimo di € 300.000,00;

- 30% delle spese per le grandi imprese e fino ad un massimo di € 200.000,00.

CREDITO D’IMPOSTA IN R&S

Il credito d’imposta in ricerca e sviluppo torna alla doppia aliquota (25% e 50%).

La percentuale del 50% sarà applicabile solamente alle attività organizzate interamente all’azienda ed i cui costi riguardano personale dipendente con rapporti di lavoro subordinato, o per attività commissionate da enti esterni a patto che si tratti di Università, enti di ricerca, start-up e PMI innovative indipendenti.

Tra le spese agevolabili ci saranno i costi per l’acquisto di materiali e forniture direttamente imputabili all’attività di R&S, anche per la realizzazione di prototipi relativi alle fasi della ricerca industriale e dello sviluppo sperimentale.

L’importo massimo del credito, per ciascun periodo, passerà da 20 a 10 milioni di euro.

NUOVA SABATINI

La Sabatini Ter, agevolazione per l’acquisto di nuovi macchinari, impianti e attrezzature di PMI, verrà rifinanziata con ulteriori 480 milioni di euro.

08gen 2019

VOUCHER PMI: elenco entro marzo per l’Innovation Manager

Con l’entrata in vigore della Legge di Bilancio 2019 le PMI potranno beneficiare delle prestazioni dell’Innovation Manager al fine di favorire i processi di trasformazione tecnologica e digitale delle imprese.

Per attivare i voucher, a beneficio delle PMI, si prevede lo stanziamento di 25 milioni di euro.

I voucher manager sono subordinati alla sottoscrizione di un contratto di servizio di consulenza tra le imprese o le reti beneficiarie e le società di consulenza o i manager qualificati iscritti in un elenco istituito con apposito decreto del Ministero dello Sviluppo Economico, da adottare entro 90 giorni dalla data di entrata in vigore della Legge di Bilancio. Con lo stesso decreto saranno stabiliti i requisiti necessari per l’iscrizione nell’elenco delle società di consulenza e dei manager qualificati.

Le imprese potranno ottenere un voucher annuale pari a € 40.000,00 per il 2019 e 2020 rimborsabile e a fondo perduto, in grado di coprire fino al 50% dei costi sostenuti per consulenze specialistiche in ambito tecnologico digitale.

04gen 2019

SUPER E IPER AMMORTAMENTO: cosa succede nel 2019

Il super ammortamento non sarà prorogato per l’anno 2019.

Mentre l’iper ammortamento, pur essendo stato prorogato, presenterà delle rimodulazioni nell’applicazione del beneficio. Si prevedono infatti le seguenti nuove maggiorazioni:

- del 170% per gli investimenti fino a 2,5 mln di euro,

- del 100% per gli investimenti oltre i 2,5 mln di euro e fino a 10 milioni di euro,

- del 50% per gli investimenti oltre i 10 mln di euro e fino a 20 milioni di euro.

La maggiorazione del costo non si applica invece sulla parte degli investimenti complessivi eccedente il limite di 20 milioni di euro.

02gen 2019

REGIONE MARCHE: pubblicato il bando Impresa e lavoro 4.0

La Regione Marche ha pubblicato il nuovo bando “Impresa e lavoro 4.0” al fine di promuovere i processi di innovazione aziendale e l’utilizzo di nuove tecnologie digitali nelle mpmi marchigiane nelle aree colpite dal terremoto.

L’agevolazione prevede, la concessione di contributi in conto capitale alle imprese per la realizzazione di programmi di investimento finalizzati al trasferimento ed all'applicazione delle nuove tecnologie digitali, nell'ambito della loro catena del valore: dalla logistica alla produzione, dalla produzione alla vendita e al marketing fino ai servizi post vendita a supporto del cliente. Il supporto agli investimenti sarà connesso con interventi di sostegno alle politiche del lavoro e della formazione con specifico riferimento all'attivazione nell'impresa proponente, di almeno un tirocinio di inserimento/reinserimento lavorativo per il conseguimento degli obiettivi previsti dal presente bando.

Alle imprese che saranno ammesse a finanziamento sarà, infatti, riconosciuto un contributo per la spesa del personale relativa ai tirocinanti ospitati in azienda (risorse FESR) ed eventualmente un ulteriore contributo a fondo perduto (a valere sul FSE) nel caso di trasformazione del tirocinio in contratto di lavoro subordinato o di assunzione di lavoratori aggiuntivi rispetto all'organico risultante al momento della presentazione della domanda e con profili professionali coerenti rispetto al programma di investimento presentato.

La dotazione finanziaria ammonta a € 6.760.062,31, di cui € 1.983.594,46 per le imprese localizzate nell'area del sisma, è rivolto alle Micro, Piccole e Medie Imprese marchigiane in forma singola.

La domanda di contributo potrà essere presentata dal 11 febbraio 2019 al 03 aprile 2019.

02gen 2019

VOUCHER INNOVATION MANAGER: novità con la Legge di Bilancio 2019

Con la nuova Legge di Bilancio 2019 è previsto un nuovo incentivo per le PMI tra le agevolazioni del “Piano Nazionale Impresa 4.0”, il cui obiettivo consiste nel favorire il ricorso delle imprese a consulenti esterni qualificati per sostenere i processi di trasformazione tecnologica e digitale attraverso le tecnologie abilitanti previste dal Piano Nazionale Impresa 4.0 e i processi di ammodernamento degli assetti gestionali e organizzativi dell’impresa.

Si tratta di un contributo a fondo perduto, sotto forma di voucher, sulle spese di consulenza esterna rese da una società di consulenza o da manager qualificati iscritti in un elenco da istituirsi con apposito decreto del Ministero dello Sviluppo Economico.

L’agevolazione spetta alle micro, piccole e medie imprese. E’ inoltre prevista la fruizione dell’incentivo fiscale alle imprese che aderiscono a un contratto di rete.

Condizione necessaria per la fruizione del beneficio è la sottoscrizione di un contratto di servizio di consulenza tra imprese o le reti di imprese beneficiarie e una società di consulenza o un manager qualificato iscritto nell’elenco che verrà pubblicato dal Mise.

L’ambito applicativo temporale di decorrenza e validità dell’agevolazione riguarda i due periodi d’imposta successivi a quello in corso al 31/12/2018.

Il contributo spetta in misura variabile in funzione della dimensione dell’impresa che va da un minimo di € 25.000,00 fino ad un massimo di € 80.000,00 per le reti d’impresa.