NEWS

11gen 2022

LOGHI, BREVETTI E MODELLI: fondo da 47 mln di Euro

Nasce un fondo per proteggere la proprietà intellettuale delle PMI con una dotazione finanziaria di 47 milioni di Euro.

Il nuovo strumento finanziario offrirà voucher alle PMI con sede nell’Unione per aiutarle a proteggere i loro diritti di proprietà intellettuale.

Il Fondo offrirà:

- rimborso del 90% dei costi previsti dagli stati membri per i servizi di IP Scan;

- rimborso del 75% dei costi addebitati dagli uffici per la proprietà intellettuale, per la registrazione dei marchi e disegni o modelli;

- rimborso del 50% dei costi addebitati dall’Organizzazione mondiale per l’ottenimento della protezione internazionale di marchi, modelli o disegni;

- rimborso del 50% dei costi addebitati per la registrazione dei brevetti nel 2022.

Sarà possibile presentare domanda di sovvenzione durante l’intero periodo 2022/2024. Le istanze saranno valutate in base all’ordine cronologico d’arrivo.

23dic 2021

IMPRENDITORIA FEMMINILE: fondo perduto e credito agevolato

Il Fondo istituito dall’articolo 1, comma 97 della legge 30 dicembre 2020, n. 178, concede contributi a fondo perduto fino all’80% della spesa in caso di nuove imprese, contributi del 50% e finanziamento agevolato per le altre. Questo è quanto previso dal nuovo fondo a sostegno dell’impresa femminile.

Gli interventi del fondo sono suddivisi in:

- Nascita e sviluppo: riservata agli incentivi per la nascita e lo sviluppo delle imprese femminili. Possono accedere a questa misura e beneficiare delle agevolazioni le imprese femminili con sede legale e operativa ubicata su tutto il territorio nazionale, costituite da meno di 12 mesi alla data di presentazione della domanda. Possono presentare domanda anche le persone fisiche che intendono costituire una impresa femminile o che intendono avviare un’attività professionale;

- Sviluppo e consolidamento: prevede incentivi per lo sviluppo e il consolidamento delle imprese femminili con sede legale e operativa ubicata su tutto il territorio nazionale, costituite da più di12 mesi alla data di presentazione della domanda di agevolazione. I progetti devono essere realizzati entro 24 mesi dalla data di trasmissione del provvedimento di concessione delle agevolazioni, controfirmato dall’impresa femminile beneficiaria. Il soggetto gestore può autorizzare una proroga non superiore a sei mesi.

Le agevolazioni sono concesse sulla base di una procedura valutativa con procedimento a sportello.

21dic 2021

CREDITO D’IMPOSTA PER L’ACQUISTO DI BENI DERIVANTI DAL RICICLO: agevolazione al 25%

Arriva un credito d’imposta pari al 25% dei costi d’acquisto di beni e semilavorati derivanti dal riciclo in favore delle imprese e dei soggetti titolari di reddito di lavoro autonomo.

L’agevolazione spetta a condizione che i beni acquistati siano effettivamente impiegati nell’esercizio dell’attività economica o professionale.

Per richiedere il credito è necessario accreditarsi e presentare domanda attraverso la piattaforma dedicata entro febbraio 2022.

17dic 2021

MISE: Fondo impresa femminile

Pubblicato il decretro del Ministero dello sviluppo economico che rende operativo il Fondo impresa femminile.

Il bando incoraggiare la partecipazione delle donne al mondo delle imprese, sostenendo le loro competenze e creatività per avviare nuove attività imprenditoriali e realizzare progetti innovativi, grazie a dei contributi a fondo perduto e finanziamenti agevolati.

Il Fondo è istituito con un finanziamento iniziale di 40 milioni di euro ed è rivolto a imprese femminili di qualsiasi dimensione e lavoratrici autonome, che potranno beneficiare delle seguenti tipologie di incentivi:

- incentivi per la nascita e lo sviluppo delle imprese femminili;

- incentivi per lo sviluppo e il consolidamento delle imprese femminili.

Le agevolazioni saranno concesse ai seguenti settori:

- produzione di beni nei settori dell’industria, dell’artigianato e della trasformazione dei prodotti agricoli;

- fornitura di servizi, in qualsiasi settore;

- commercio e turismo.

Le agevolazioni saranno assegnate con una procedura valutativa a sportello.

L’apertura dei termini, le modalità per la presentazione delle domande di agevolazione saranno definite dal Ministero dello sviluppo economico con successivo provvedimento, con il quale saranno, altresì, fornite le necessarie specificazioni per la corretta attuazione degli interventi.

17dic 2021

BANDO: al via il Bando per la ricerca nei territori colpiti dal sisma 2016

È stato lanciato il bando Ricerca sisma 2016, promosso dall'Agenzia per la Coesione Territoriale, rivolto a centri di ricerca e università aventi sede principale o decentrata nelle regioni Lazio, Abruzzo, Umbria e Marche interessate dagli eventi sismici del 2016.

L’obiettivo è di sostenere il rilancio economico del territorio, finanziando progetti per l’avvio o il rafforzamento di attività ad alta intensità di conoscenza, come la ricerca, il trasferimento tecnologico e l’alta formazione universitaria.

Lo stanziamento totale ammonta a 60 milioni di euro.

Si possono presentare le domande di partecipazione entro e non oltre il 25 febbraio 2022.