NEWS

10giu 2019

CENTRO ITALIA: aiuti per 141,7 milioni di euro per le aree colpite dai terremoti del 2016

Le imprese e i lavoratori autonomi ubicati nei comuni delle aree del Centro Italia, colpite dai terremoti del 2016, potranno accedere alle agevolazioni sbloccate dal Ministero dello Sviluppo Economico (Mise).

Con la circolare direttoriale del 6 giugno 2019 n.243317 il Mise ha disposto le modalità e i termini di presentazione delle istanze di accesso alle agevolazioni in favore delle imprese e dei titolari di reddito di lavoro autonomo localizzati nelle zone franche urbane.

I fondi a disposizione ammontano a 141,7 milioni di euro e saranno distribuiti a soggetti ubicati nei comuni rientranti nella zona franca urbana denominata “Sisma Centro Italia”, distribuiti nelle regioni di Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria.

Le agevolazioni sono concesse in favore delle imprese e dei titolari di reddito di lavoro autonomo localizzati nella zona franca urbana istituita ai sensi dell’art. 46 del decreto-legge 24 aprile 2017, n.50 nei comuni delle regioni del Lazio, dell’Umbria, delle Marche e dell’Abruzzo colpiti dagli eventi sismici che si sono susseguiti a far data dal 24 agosto 2016.

Le agevolazioni sono concesse in regime “de minimis” e consistono in:

- esenzione delle imposte sui redditi derivanti dallo svolgimento dell’attività svolta dall’impresa nella zona franca;

- esenzione dell’imposta regionale sulle attività produttive del valore della produzione netta derivante dallo svolgimento dell’attività svolta dall’impresa nella zona franca;

- esenzione delle imposte municipali proprie per gli immobili siti nella zona franca, posseduti e utilizzati per l’esercizio dell’attività economica;

- esonero del versamento dei contributi previdenziali e assistenziali, con esclusione dei premi per l’assicurazione obbligatoria infortunistica, a carico dei datori di lavoro, sulle retribuzioni da lavoro dipendente.

Le istanze potranno essere presentate a partire dalle ore 12:00 del 18 giugno 2019 e fino alla ore 12:00 del 18 luglio 2019. Ai fini dell’attribuzione delle agevolazioni le istanze presentate nel primo giorno utile saranno trattate alla stessa stregua di quelle presentate l’ultimo giorno.

07giu 2019

BANDO ISI: click day

Il 14 giugno 2019, dalle ore 15:00 alle ore 15:20, si svolgerà il click day valido per l’accesso ai finanziamenti ISI di cui al Bando 2018, dedicato dall’Inail alla sicurezza in azienda.

Le imprese che hanno raggiunto o superato la soglia minima di ammissibilità prevista e salvato definitivamente la propria domanda possono accedere alla procedura informatica ed effettuare il download del codice identificativo necessario per procedere con l’inoltro online della domanda. Sono, inoltre, disponibili le regole tecniche con le indicazioni sulle modalità operative di partecipazione al click day 2019.

06giu 2019

BANDO ISI: disponibili codici e date

Da oggi sono disponibili i codici e le date d’invio telematico delle domande per gli incentivi del bando ISI 2018. Le imprese che hanno raggiunto o superato la soglia minima di ammissione possono accedere all’interno della procedura online ed effettuare il download del codice identificativo necessario per l’invio della domanda.

Si ricorda che il bando ISI 2018 ha messo a disposizione 370 milioni di euro per la sicurezza delle azienda. In particolare, il bando ha l’obiettivo di incentivare le imprese a realizzare progetti per il miglioramento delle condizioni di salute e di sicurezza dei lavoratori.

Sempre da oggi, inoltre, l’INAIL pubblica sul proprio sito web le date e gli orari di apertura e chiusura dello sportello informatico che serve all’invio delle domande.

05giu 2019

SABATINI: l’agevolazione è in conto impianti

Il contributo ottenuto con la Sabatini è in conto impianti. La normativa non parla di contributo in abbattimento degli interessi ma semplicemente di un contributo.

L’agevolazione è concessa alle PMI nella forma di un contributo in conto impianti il cui ammontare è determinato in misura pari al valore degli interessi calcolati, su un finanziamento della durata di 5 anni e di un importo uguale all’investimento ad un tasso d’interesse annuo pari a 2.75% per gli investimenti ordinari e 3,575% per gli investimenti in tecnologie digitali e in sistemi di tracciamento e pesatura dei rifiuti.

03giu 2019

EXPORT: nuovi incentivi in arrivo

In arrivo due nuovi incentivi per l’inserimento di “temporary export manager” e sviluppo dell’e-commerce.

Il decreto dell’8 aprile scorso, pubblicato in Gazzetta Ufficiale n.125 il 30 maggio 2019, concede a Simest 60 giorni di tempo per pubblicare le circolari operative dei due nuovi finanziamenti agevolati.

I soggetti beneficiari sono tutte le imprese del territorio nazionale e sono ammessi al finanziamento due tipi di intervento, quelli rivolti allo sviluppo di soluzioni di e-commerce attraverso l’utilizzo di un market place o la realizzazione/implementazione di una piattaforma informatica propria e i progetti che riguardano l’inserimento temporaneo in azienda di TEM per la realizzazione di progetti di internazionalizzazione.

Per lo sviluppo del commercio elettronico, gli interventi devono prevedere una piattaforma informatica propria o il market place prescelto con un dominio di primi livello nazionale registrato in un paese extra UE. Devono riguardare beni e servizi prodotti in Italia o con marchio italiano.

Per entrambi gli interventi viene concesso un finanziamento agevolato fino al 100% dell’importo delle spese ammissibili approvate, con un tasso di interesse previsto pari al 10% del tasso di riferimento, con un minimo dello 0%. Il finanziamento minimo concedibile è pari a € 25.000,00. I finanziamenti potranno avere una durata di quattro anni, con un preammortamento massimo di un anno.