NEWS

25lug 2019

NUOVA SABATINI: accesso rapido

Operativo il nuovo iter che consente alle PMI beneficiarie dell’agevolazione Nuova Sabatini di richiedere l’erogazione in un'unica soluzione, valida per tutte le quote di contributo fino all’ultima inclusa.

Le nuove modalità operative per la richiesta di erogazione sono state introdotte dalla circolare n. 296976 del 22 luglio 2019.

24lug 2019

NUOVA SABATINI: basta una sola richiesta per avere il contributo

Con la circolare del Ministero dello Sviluppo Economico n. 296976 del 22 luglio 2019, è stata ridefinita la disciplina della misura agevolativa, Nuova Sabatini, che prevede la concessione di un contributo per l’acquisto di nuovi macchinari.

Con la nuova modifica la PMI beneficiaria del contributo potrà ora presentare una sola richiesta un'unica richiesta di erogazione riferita a tutte le previste quote annuali di contributo da trasmettere al Ministero invece che ripresentarla ogni anno.

24lug 2019

CREDITO D’IMPOSTA IMBALLAGGI: nuova agevolazione

Introdotta, attraverso la conversione in legge del Decreto Crescita, un’ulteriore agevolazione rivolta a incentivare comportamenti ecosostenibili e la propensione al riciclo e al riuso.

L’art. 26-bis del D.L. 34/2019 ha disposto un credito d’imposta legato agli imballaggi che contengono la merce oggetto di compravendita.

In particolare, l’impresa venditrice della merce può riconoscere all’impresa acquirente un abbuono, sul prezzo dei successivi acquisti, in misura pari al 25% del prezzo dell’imballaggio esposto nella fattura. L’abbuono non deve essere riconosciuto al momento della resa dell’imballaggio e non può essere fatto valere oltre un mese dalla vendita.

All’impresa venditrice che riutilizza invece gli imballaggi usati o che effettua la raccolta differenziata degli stessi ai fini del successivo avvio al riciclo è riconosciuto un credito d’imposta pari al doppio dell’importo degli abbuoni riconosciuti all’impresa acquirente, ancorché da questa non utilizzati.

Il credito d’imposta:

- potrà essere riconosciuto fino ad un massimo di 10.000 euro per ciascun beneficiario,

- dovrà essere indicato nella dichiarazione dei redditi,

- potrà essere utilizzato esclusivamente in compensazione attraverso il modello F24 a partire dall’anno successivo a quello del riutilizzo degli imballaggi o del loro riciclo.

Entro 90 giorni dall’entrata in vigore del Decreto Crescita il Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare, di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze dovranno emanare le disposizioni attuative.

17lug 2019

ITI MACERATA: pubblicato il bando destinato alle imprese

Pubblicato il bando “Sostegno all’innovazione delle PMI Culturali e Creative, della Manifattura e del Turismo", nell'ambito della Strategia di Sviluppo Sostenibile del Comune di Macerata, ITI - Innova Macerata.

L'intervento mette a disposizione complessivamente 500 mila euro di risorse del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR) ed è destinato alle imprese già costituite che operano da non più di cinque anni.

Il bando intende favorire la nascita ed il rafforzamento di un sistema urbano di innovazione imprenditoriale, mediante il supporto allo sviluppo di prodotti, processi d’innovazione e servizi complementari alla valorizzazione di identificati attrattori culturali e naturali del territorio, rivolto alle impresa appartenenti alle filiera culturale, turistica, sportiva, creativa e dello spettacolo, nonché alla filiera dei prodotti tipici.

E' possibile presentare domanda dal 15 luglio 2019 ed entro e non oltre le ore 14:00 del 16 settembre 2019 tramite il portale SIGEF.

08lug 2019

CREDITO D’IMPOSTA PMI: agevolazione a chi partecipa a fiere internazionali

Alle imprese esistenti alla data del 1° gennaio 2019 è riconosciuto, per il periodo d'imposta in corso alla data di entrata in vigore del presente decreto, un credito d'imposta nella misura del 30% delle spese sostenute per la partecipazione a manifestazioni fieristiche internazionali di settore.

Le fiere internazionali per le quali è riconosciuto il credito d’imposta potranno essere svolte sia in Italia che all’estero.

Il credito d’imposta può essere riconosciuto fino ad un limite massimo di 60.000 euro per le spese che in particolare riguardano:

- affitto di spazi espositivi,

- allestimento degli spazi medesimi,

- attività di pubblicità, promozione e comunicazione connesse alla partecipazione.

Entro sessanta giorni dall’entrata in vigore del presente decreto dovrà essere emanato un apposito decreto attuativo che chiarisca, tra le varie cose, anche le procedure per l’ammissione al beneficio.

Il credito d'imposta è riconosciuto fino all'esaurimento dell'importo massimo pari a 5 milioni di euro per l'anno 2020.