NEWS

07lug 2022

AREA DI CRISI INDUSTRIALE: dal 14 luglio riaprono gli sportelli

A partire dalle ore 12 del 14 luglio 2022 riaprono gli sportelli online di cinque aree di crisi industriale per le quali il Ministero dello sviluppo economico mette a disposizione complessivamente risorse pari a circa 27 milioni di euro.

In particolare, verranno finanziati i progetti di riconversione, riqualificazione e rilancio industriale previsti nei seguenti territori:

• area di crisi industriale non complessa della regione Friuli Venezia-Giulia, con agevolazioni pari a 1.977.677,85 di euro;

• area di crisi industriale non complessa della regione Toscana (provincia di Massa-Carrara), con agevolazioni pari a 6.336.194,40 di euro;

• l'area di crisi industriale del gruppo Antonio Merloni (comuni della regione Marche), con agevolazioni pari a 7.160.253,59 di euro;

• area di crisi industriale complessa di Venezia, con agevolazioni pari a 6.231.245,25 di euro;

• area di crisi industriale complessa del Polo produttivo dell’area costiera livornese, con agevolazioni pari a 5.006.554,10 di euro.

13giu 2022

SIMEST: finanziamenti per investimenti in mercati alternativi

A partire dal 12 luglio le PMI e Mid Cap attive sul fronte dell’export in Russia e/o Bielorussia e/o Ucraina che vogliono realizzare investimenti volti all’individuazione di mercati alternativi, potranno presentare domanda per accedere ai finanziamenti.

Tra gli investimenti finanziabili sono inclusi anche quelli produttivi, compresi quelli effettuati in Italia.

Condizione principale per richiedere i finanziamenti è aver riscontrato un calo del fatturato dalle tre aree coinvolte che, al termine dell’esercizio 2022, dovrà risultare almeno pari al 20% del fatturato medio realizzato verso le tre geografie nel precedente triennio.

Il cofinanziamento può essere concesso fino al 40% dell’importo complessivo dell’intervento agevolativo, nella misura e alle condizioni stabilite con delibera del comitato agevolazioni. In ogni caso l’importo complessivo del cofinanziamento non può eccedere in alcun momento il limite massimo di aiuti di Stato, di cui alla sezione 2.1. del Temporary Crisis Framework.

Le domande potranno essere presentate a partire dal 12 luglio. Lo sportello chiuderà il 31 ottobre 2022.

13giu 2022

CAMERA DI COMMERCIO DELLE MARCHE: Avviso pubblico per la presentazione di progetti di soggetti terzi portatori di interessi collettivi delle imprese agricole marchigiane

E’ stato pubblicato l’Avviso che determina le modalità per la concessione di contributi alle associazioni e soggetti di diritto privato portatori di interessi collettivi delle imprese agricole della Regione Marche.

Le risorse complessivamente stanziate ammontano a Euro 250.000,00.

I progetti presentati devono riguardare iniziative volte alla valorizzazione, tracciabilità e sicurezza dei prodotti agroalimentari locali e alla promozione del rapporto diretto tra produttori e consumatori della filiera corta.

Saranno riconosciuti contributi nella misura del 70% delle spese ammissibili indicate nel preventivo finanziario presentato e in ogni caso non potrà eccedere l’importo massimo di Euro 100.000,00 per ciascuna iniziativa.

I soggetti interessati potranno presentare domanda fino al 31 luglio 2022.

13giu 2022

REGIONE MARCHE: Sostegno alla creazione di impresa – riapertura termini di presentazione domande

Riaperti, fino al 30 giugno 2022, i termini per la presentazione delle domande per l’avviso al sostegno alla creazione di impresa per l’area Piceno- Val Vibrata.

09giu 2022

IMPRESE CREATIVE: contributi per 40 milioni di euro

A partire dalle ore 10:00 del 20 giugno le imprese potranno iniziare la procedura di precompilazione delle domande per richiedere i contributi per l'avvio, lo sviluppo e il consolidamento delle micro, piccole e medie imprese creative a valere sul Fondo per le piccole e medie imprese creative.

I contributi sono concessi sulla base di una procedura valutativa con procedimento a sportello; l'invio delle istanze è previsto a partire dalle ore 10 del 5 luglio 2022.

Per i soggetti che intendono presentare progetti che prevedono la collaborazione tra imprese creative e soggetti operanti in altri settori la compilazione avrà luogo a partire dalle ore 10 del 6 settembre 2022, con invio prefissato alle ore 10 del 22 settembre.

Il Fondo, con una dotazione di 40 milioni a valere per il biennio 2021 e 2022, è rivolto a sostenere le micro, piccole e medie imprese aventi sede legale e operativa ubicata su tutto il territorio nazionale.

Tre programmi di azione previste dal bando:

- programmi di investimento realizzati da singole imprese creative;

- programmi ideati dalla collaborazione tra imprese creative e imprese non operanti nel medesimo settore;

La forma e la misura delle agevolazioni sono articolate in funzione delle linee di azione e dell'ammontare delle spese ammissibili previste nei programmi di investimento. Per la prima e la seconda linea di azione, le agevolazioni sono concesse fino a una percentuale massima di copertura pari all'80%, ripartita equamente nelle due modalità. Per quanto attiene invece la terza linea di azione, la copertura massima è dell'80% fino ad un importo massimo di 10mila euro. Gli aiuti sono concessi in modo da rispettare i massimali degli aiuti di Stato. Le imprese che avrebbero diritto ad una percentuale minore così facendo, possono richiedere aiuto in regime de minimis.