NEWS

28mar 2018

REGIONE MARCHE: prorogati i termini di rendicontazione del bando internazionalizzazione

La Regione Marche ha approvato la proroga dei termini per la rendicontazione delle spese da parte delle PMI collocatesi in posizione utile in relazione allo scorrimento della graduatoria di merito.

Le imprese beneficiare potranno presentare la rendicontazione entro e non oltre le ore 13:00 del 16/04/2018.

27mar 2018

REGIONE MARCHE: bando Manifattura e Lavoro 4.0 – approvazione 3° elenco domande ammesse a finanziamento

La Regione Marche ha approvato il 3° elenco delle domande ammesse a finanziamento presentate dalle PMI per usufruire delle agevolazioni previste dal bando 2017 “Manifattura e Lavoro 4.0 – sostegno ai processi di innovazione aziendale e all’utilizzo di nuove tecnologie digitali nelle MPMI marchigiane”.

23mar 2018

MISE: pubblicato il regolamento per la certificazione dei Centri di trasferimento tecnologico

Pubblicato on-line sul sito del Ministero dello Sviluppo Economico il regolamento per la certificazione dei centri di trasferimento tecnologico in ambito Industria 4.0.

Come stabilito dal decreto direttoriale del 22 dicembre 2017, tali centri svolgono attività di formazione e consulenza tecnologica, nonché di erogazione di servizi di trasferimento tecnologico verso le imprese negli ambiti di operatività individuati dal Ministero dello sviluppo economico, tra i quali:

- manifattura additiva;

- realtà aumentata;

- internet delle cose;

- cloud;

- cybersicurezza;

- analisi dei big data.

La certificazione sarà rilasciata da Unioncamere e potrà essere riconosciuta a società e a enti, iscritti al Registro delle Imprese e/o al Repertorio delle notizie Economiche e Amministrative (REA) e agli albi, ruoli e registri camerali obbligatori, che non siano in stato di liquidazione o scioglimento o sottoposti a procedure concorsuali e a enti ed istituzioni pubbliche e private, incluse le associazioni imprenditoriali e loro strutture tecniche, rispondenti ai requisiti stabiliti decreto.

21mar 2018

SOFTWARE INTEGRATI ALLA MACCHINA: bonus al 150%

Se si tratta di programmi di base necessari al funzionamento del macchinario 4.0, il costo si cumula a quello della macchina su cui spetta la deduzione al 150%. In caso di software «stand alone», spetta invece l’ammortamento 40% purché si tratti di immobilizzazione immateriale.

La circolare 4/E/17 ha affermato che l’incentivo riguarda i software «stand alone» anche se acquisiti in licenza d’uso, purché iscrivibili nelle immobilizzazioni immateriali. Vanno invece a conto economico i canoni periodici o le royalties, che dunque non usufruiscono della agevolazione. Fiscalmente (e dunque anche per il 40%), il software in proprietà oppure in licenza a tempo indeterminato senza limitazioni si deduce in misura non superiore al 50% per ciascun esercizio, mentre la licenza a tempo determinato si ammortizza in base alla durata. La circolare ha anche previsto che il software integrato acquistato unitamente al macchinario deve considerarsi agevolabile con l’iper ammortamento del 150 per cento. Poiché il software di base va sempre capitalizzato sul valore del macchinario, il relativo costo si deve ritenere soggetto al 150% anche se acquisito presso un diverso fornitore.

Rilevano per l’iper ammortanento anche gli oneri accessori di diretta imputazione come: costi di progettazione, trasporti, dazi su importazione, costi di installazione, costi ed onorari di perizie e collaudi, costi di montaggio e posa in opera, costi di messa a punto. Le opere murarie ed edili (ad esempio il basamento di cemento di un macchinario), sono da sommare al costo iper ammortizzabile (se sostenute dal 1° gennaio 2017), solo qualora non configurino una autonoma costruzione.

Una questione rilevante riguarda infine alcuni grandi impianti che, in quanto fissi al suolo, vengono accatastati alla stregua di immobili. La circolare 4/E (parlando di impianti fotovoltaici e eolici) ha chiarito che non sono agevolabili le componenti immobiliari oggetto di stima catastale, mentre rientrano nel bonus le componenti che assolvono a specifiche funzioni nell’ambito del processo produttivo e che non conferiscono all’immobile una utilità comunque apprezzabile (circolare 2/E/16).

19mar 2018

REGIONE MARCHE: in uscita il bando “Valorizzazione e riqualificazione delle PMI del commercio e dell’artigianato artistico e di qualità”

La Regione Marche intende rivitalizzare la competitività economica dei centri storici e d urbani attraverso azioni specifiche sui settori del commercio e dell’artigianato artistico e di qualità.

Le risorse messe a disposizione ammontano a € 904.498,54.

Possono partecipare al bando le micro, piccole e medie imprese costituite in forma aggregata e potranno essere integrati al soggetto pubblico (Comune o Unione di Comuni).

Il costo complessivo ammesso alle agevolazioni per la realizzazione del progetto non può essere inferiore a € 40.000,00.

Sono previsti contributi in conto capitale pari al 50% dei costi ritenuti ammissibili e comunque non potrà superare l’importo di € 50.000,00 per ciascuna domanda.

La domanda di partecipazione potrà essere presentata dall’impresa capofila dal 29 marzo 2018 e fino alle ore 13:00 del 31 maggio 2018.