NEWS

07ott 2016

BOLZANO: avvio il bando per le start up

La provincia di Bolzano promuove il bando volto a favorire la nascita di nuove imprese start up innovative.

Le imprese e le start up che intendono presentare domanda devono presentare un business plan inerente una specifica area tematica, relativa alle tecnologie per le risorse sostenibili e alle tecnologie trasversali. Sono previsti contributi compresi tra i 50 e i 200 mila euro.

La scadenza del bando è prevista per il 16 dicembre 2016.

07ott 2016

ITALIA-MALTA: bando Interreg da 32,4 milioni di euro

Il programma riguarda le provincie italiane di Palermo, Trapani, Caltanissetta, Agrigento, Ragusa, Siracusa, Enna, Catania e Messina, nonché le aree maltesi di Malta, Gozo e Comino.

Per presentare una proposta sui progetti di cooperazione a valere sugli Assi Prioritari I, II, III del programma Interreg V – A Italia Malta si ha tempo fino all’8 novembre 2016.

Ciascun progetto dovrà avere una dotazione finanziaria compresa tra un minimo di 500 mila euro e un massimo di 2,5 milioni di euro, su una durata massima di 36 mesi. Saranno finanziabili progetti volti a promuovere la competitività dell’area transfrontaliera attraverso la creazione e il potenziamento delle imprese.

07ott 2016

ARTIGIANATO DIGITALE: incentivi in tranche

Il bando rivolto allo sviluppo delle attività innovative sulla manifattura sostenibile e sull’artigianato digitale (anno 2015) ha assegnato 9,6 milioni di euro.

Di recente il Ministero ha emanato un decreto direttoriale (27 settembre 2016) attraverso il quale fornisce le istruzioni per la presentazione delle richieste di erogazione delle agevolazioni da parte delle imprese ammesse ai contributi.

L’agevolazione sarà erogata dal Mise in non più di quattro tranche a fronte di titoli di spesa con quietanza di pagamento di un importo almeno pari al 25% del programma ammesso. Unica eccezione il saldo finale.

07ott 2016

BONUS PER LE AREE DI CRISI NON COMPLESSA: sarà possibile presentare domanda entro il 3 novembre 2016

Le Regioni sono invitate a proporre l’elenco dei territori da candidare per accedere alle agevolazioni della legge 181/89 entro il 3 novembre 2016. Si ricorda che possono accedere alle agevolazioni le società di capitali, incluse le società cooperative e consortili già costituite alla data di presentazione della domanda.

L’elenco nazionale dei territori candidati alle agevolazioni previste per le aree di crisi industriale non complessa rimane valido per due anni, a partire dalla data di pubblicazione del decreto direttoriale che stabilisce il termine di presentazione delle domande.

Le risorse stanziate dovrebbero ammontare a circa 200 milioni di euro ma l’ammontare preciso delle risorse si conoscerà soltanto successivamente.

07ott 2016

“EUROPA CREATIVA”: con il nuovo programma in arrivo più di 63 mln di euro

Grazie al programma “Europa Creativa” sono in arrivo più di 63 mln di euro per progetti nel settore della cultura e dell’audiovisivo.

Le call per la cultura: a disposizione € 35.500.000 a favore della mobilità transazionale di artisti e professionisti, lo sviluppo del pubblico come strumento per stimolare interessi nei confronti del patrimonio culturale e l’elaborazione di nuovi innovativi modelli di gestione e marketing. L’invito è aperto a tutti gli operatori culturali dotati di personalità giuridica da almeno 2 anni, la call sarà aperta fino al 23 novembre 2016.

Le call per l’audiovisivo: tre gli inviti nell’ambito del sottoprogramma “Media” di Europa Creativa:

1) sostengo alla programmazione televisiva con un budget pari a 12,5 mln di euro. Sono previsti finanziamenti fino al 70% dei costi filmati, animazioni e documentari creativi realizzati esclusivamente per la televisione. Le due scadenze previste sono per il 24 novembre 2016 e il 25 maggio 2017;

2) supporto ai progetti singoli, lungometraggi, animazioni e documentari creativi. Il budget a disposizione è pari a € 5.391.319 e le scadenze sono fissate per il 17 novembre 2016 e il 20 aprile 2017. Il contributo finanziario massimo che può essere assegnato è pari a € 60.000,00;

3) il terzo invito punta al sostegno alla distribuzione di film non-nazionali ed è intitolato “Distribuzione sistema cinema selettivo”.