NEWS

09set 2016

REGIONE UMBRIA: creato un fondo per finanziare i progetti delle PMI locali

Oltre un milione di euro stanziati nel Fondo per concedere prestiti rimborsabili alle imprese.

Le risorse potranno essere utilizzate per coprire le spese relative ai macchinari, impianti produttivi, alle opera murarie e alle consulenze tecniche.

I prestiti potranno essere rimborsati senza interessi e su una spesa minima di 80 mila euro. Saranno concessi aiuti fino ad un massimo del 70%.

Le domande potranno essere presentate entro il 31 ottobre 2016.

09set 2016

HORIZON 2020: dal 20 settembre 2016 al via 12 nuove call

Dal 20 settembre saranno disponibili dodici nuovi inviti a presentare proposte a valere sul sottoprogramma Horizon 2020 “Competitive Low-Carbon Energy” per una energia sicura, pulita ed efficiente in Europa.

Il budget messo a disposizione per queste nuove call è di oltre 220 mln di euro. I progetti finanziabili devono riguardare:

- sviluppo di tecnologie innovative di nuova generazione per smart grid;

- stoccaggio dell’energia, sistemi integrati che permettano l’aumento della quota di energie rinnovabili;

- strumenti e tecnologie per il coordinamento e l’integrazione del sistema energetico europeo;

- tecnologie per i biocarburanti di nuova generazione;

- progetti per la misura, il monitoraggio e il controllo dei potenziali rischi delle operazioni di cattura e stoccaggio della Co2 e di idrocarburi non convenzionali;

- nuove tecnologie “low carbon” per lo sviluppo delle energie rinnovabili.

Le call partono tutte il 20 settembre 2016 e si chiudono, a seconda della quale si intende partecipare, tra il 5 e il 16 febbraio 2017.

09set 2016

FIRST: Fondo Investimenti Ricerca Scientifica e Tecnologica

Il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR) disciplina le regole per la concessione delle agevolazioni finanziarie per la ricerca scientifica e tecnologica e gli interventi diretti al sostegno delle attività di ricerca fondamentale. Le disposizioni sono applicate con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale dei decreti ministeriali n. 593 e n. 594, avvenuta il 23 agosto 2016.

Le agevolazioni consistono in contributi a fondo perduto, credito agevolato, credito d’imposta, presentazione di garanzie, agevolazioni fiscali e voucher individuali di innovazione che le imprese possono utilizzare per progetti di innovazione sviluppati in collaborazione con gli organismi di ricerca e diffusione della conoscenza presenti nel territorio nazionale.

Quattro le linee di intervento attraverso le quali il First si articola:

- interventi di ricerca fondamentale, ricerca industriale, ricerca e sviluppo sperimentale, infrastrutturazione, formazione di capitale umano, trasferimento tecnologico e spin-off di nuova imprenditorialità innovativa;

- appalti pre-commerciali di ricerca e sviluppo sperimentale;

- interventi di innovazione sociale (social innovation);

- interventi nazionali di ricerca fondamentale o di ricerca industriale inseriti in accordi e programmi comunitari e internazionali.

I progetti presentati in risposta ai bandi possono riguardare tematiche relative a qualsiasi campo di ricerca nell'ambito dei macrosettori di ricerca determinati dall'European Research Council (ERC).

I progetti possono essere presentati da università e istituzioni universitarie italiane, statali e non statali, comprese le scuole superiori ad ordinamento speciale e gli enti pubblici di ricerca vigilati dal MIUR.

08set 2016

REGIONE MARCHE: bando per la creazione di impresa

La Regione Marche lancia un bando per la concessione di contributi, fino ad un massimo di € 25.000,00 destinati alla creazione d’impresa e agli studi professionali.

I destinatari del bando sono lavoratori disoccupati o in mobilità, dipendenti di aziende in cassa integrazione.

Le domande potranno essere presentate fino al 20 ottobre 2016.

07set 2016

RICERCA INDUSTRIALE: bandi da 3 mln di euro aperti per 4 nuovi cluster tecnologici

Il MIUR ha pubblicato 4 nuovi cluster nelle seguenti aree:

- Tecnologie per il patrimonio culturale: produzione di beni e servizi con contenuto artistico e culturale;

- Design, creatività e Made in Italy: ambiti settoriali e merceologici collegati ad una immagine distintiva del prodotto realizzato in Italia, caratterizzati dall’adozione di tecnologie di processo nonché da attività di design e creatività, includendo il sistema della moda (tessile e abbigliamento, cuoio e calzature, conciario, occhialeria), il sistema legno-mobile-arredo-casa, il settore orafo, l’agroalimentare e la meccanica;

- Economia del mare: industria delle estrazioni marine, cantieristica, ricerca, regolamentazione e tutela ambientale, energia blu, acquacoltura, risorse minerali marine, biotecnologia blu;

- Energia: componenti e sistemi innovativi per la produzione e la distribuzione di energie sostenibili e a basso contenuto di CO2, produzione, stoccaggio e distribuzione di energia elettrica secondo il concetto di Smart grids.

Ciascun progetto dovrà avere un costo complessivo tra i 700 mila e 1,2 milioni di euro. Sarà riconosciuto un contributo massimo pari a 350 mila euro per ciascun progetto.

A disposizione ci sono 3 milioni di euro e si potrà presentare domanda fino alle ore 12:00 del 13 ottobre 2016.