NEWS

29gen 2019

SICUREZZA DIGITALE PER LE PMI: : 18 milioni di euro dall’UE

Il nuovo bando Horizon 2020 “Topic: digital security and privacy for citizens and Small and medium enterprises and micro enterprises” mette a disposizione 18 milioni di euro.

Le domande potranno essere presentate a partire dal prossimo 14 marzo e fino al 22 agosto 2019.

La Commissione europea si impegna a finanziare singoli progetti, con un budget compreso tra i 3 e i 5 mln di euro, che abbiano ad oggetto la protezione della riservatezza e della sicurezza dei dati personali dei cittadini europei, ovvero che propongano soluzioni rivolte alle PMI e microimprese che consentano a queste una migliore gestione dei processi di trattamento.

I proponenti devono sviluppare soluzioni innovative su misura per il settore informatico, garantendo una sicurezza nello scambio delle informazioni.

28gen 2019

BANDO ISI: : domande dal prossimo 11 aprile

Il bando ISI è volto ad incentivare le aziende che investono in sicurezza del lavoro. Possono accedere alle agevolazioni le imprese, anche individuali, ubicate su tutto il territorio nazionale iscritte al Registro delle imprese o all’Albo delle imprese artigiane.

Le risorse complessivamente stanziate ammontano a € 369.726.206, suddivise in cinque assi di finanziamento differenziati in base ai destinatari:

- progetti di investimento e adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale (Asse 1);

- progetti per la riduzione del rischio da movimentazione manuale di carichi (Asse 2);

- riduzione amianto (Asse 3);

- progetti per micro e piccole imprese operanti in specifici settori di attività (Asse 4);

- progetti effettuati sia dalla generalità delle imprese agricole (Asse 5.1) sia da giovani agricoltori, organizzati anche in forma societaria (Asse 5.2).

Le aziende interessate potranno, a partire dall’11 aprile e fino alle ore 18:00 del 30 maggio 2019, compilare e salvare la propria domanda in attesa del “click day” che si svolgerà in una data successiva al 6 giugno 2019.

25gen 2019

MISE: : chiuso lo sportello per il bando “Fabbrica intelligente, Agrifood e Scienze della vita”

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha disposto, a partire dal 23 gennaio, la chiusura delle piattaforma informatica relativa alla procedura valutativa a sportello per la presentazione delle domande di agevolazione a valere sul bando “Fabbrica intelligente, Agrifood e Scienze della vita”.

Il Mise rende noto che sono state presentate 349 domande di cui 139 relative al settore Agrifood e 210 per Fabbrica intelligente. Il fabbisogno complessivo delle domande, pari a circa 595 milioni di euro, è stato di molto superiore ai 167 milioni di euro stanziati.

24gen 2019

IPER AMMORTAMENTO: : acconto e conferma d’ordine nel 2018

Per gli investimenti effettuati nel 2019, ma per i quali, entro il 31 dicembre 2018, è stato versato un acconto almeno pari al 20% e l’ordine sia stato confermato da parte del fornitore fruiscono dell’iper ammortamento al 150% e non concorrono al quantum degli investimenti eseguiti nel 2019 ai quali invece è applicabile la nuova misura (170%).

Questo è quanto emerge dalle precisazioni fornite dall’Agenzia delle Entrate in relazione all’agevolazione dell’iper ammortamento.

La Legge di Bilancio 2019 ha previsto la possibilità di fruire dell’agevolazione in questione anche per investimenti effettuati nel 2019 e 2020, precisando per quest’ultimi la necessità di corrispondere un acconto (almeno il 20%) e di ottenere una conferma dell’ordine entro il 31 dicembre 2019. Tuttavia, per gli investimenti che ricadono nella proroga disposa dalla nuova Legge di Bilancio la misura è variabile:

- è pari al 170% del costo degli investimenti per importi fino a 2,5 milioni di euro;

- è pari al 100% del costo degli investimenti per importi maggiori a 2,5 milioni di euro e fino a 10 milioni di euro;

- è pari al 50% del costo degli investimenti per importi eccedenti i 10 milioni di euro e fino a 20 milioni di euro;

- per importi eccedenti i 20 milioni di euro non sussiste alcuna agevolazione.

Pertanto gli investimenti effettuati nel 2019 (consegna del bene), ma per i quali è già stato versato l’acconto al 31 dicembre 2018 e vi sia stata la conferma dell’ordine:

- la misura dell’agevolazione è pari al 150% del costo di acquisto, a prescindere dall’entità dell’investimento;

- il costo degli stessi non si cumula con gli investimenti effettuati nel 2019.

23gen 2019

CREDITO D’IMPOSTA PER L’ACQUISTO DI PRODOTTI IN PLASTICA: reintrodotta l’agevolazione

La Legge di Bilancio 2019 prevede il riconoscimento di un credito d’imposta alle imprese, al fine di incrementare il riciclaggio delle plastiche miste e degli scarti non pericolosi dei processi di produzione industriale e della lavorazione di selezione e di recupero di rifiuti solidi urbani, in alternativa al recupero energetico, nonché al fine di ridurre l’impatto ambientale degli imballaggi e il livello di rifiuti non riciclabili derivanti da materiali da imballaggio.

L’agevolazione è riconosciuta per l’acquisto di prodotti realizzati con materiali provenienti dalla raccolta differenziata degli imballaggi in plastica e dagli acquisti di imballaggi biodegradabili e compostabili e derivanti dalla raccolta differenziata delle carte e dell’alluminio.

Il credito è pari al 36% delle spese sostenute ed è riconosciuto fino a un importo massimo annuale di € 20.000,00 per ciascun beneficiario. il credito sarà poi utilizzabile in compensazione con il modello F24, a decorrere dal 1° gennaio del periodo d’imposta successivo a quello in cui sono stati effettuati gli acquisti dei prodotti oggetto di agevolazione.