NEWS

13lug 2017

VOUCHER PER LA DIGITALIZZAZIONE: sbloccati 100 milioni di euro

Arrivano, sotto forma di voucher, 100 milioni di euro per la digitalizzazione delle PMI che investono in tecnologie digitali.

I nuovi fondi, a distanza di tre anni, si vanno ad aggiungere a quelli già stanziati dal Programma operativo nazionale (PON) “Imprese e competitività” 2014-2020 per le aree del Mezzogiorno.

Una volta che la delibera Cipe sarà pubblicata in Gazzetta Ufficiale, il Ministero potrà fissare l’apertura dei termini per la presentazione delle domande di accesso all’agevolazione e assegnare, fino ad un massimo di € 10.000,00, il voucher alle PMI per l’acquisto di hardware, software e servizi finalizzati alla digitalizzazione dei processi aziendali e all’ammodernamento tecnologico.

L’utilizzo del voucher è volto a coprire fino al 50% delle spese sostenute.

12lug 2017

REGIONE CALABRIA: bando per la formazione professionale

La Regione Calabria promuove l’istruzione e la formazione professionale di giovani tra i 14 e i 16 anni di età che hanno conseguito la licenza media.

Il bando prevede l’erogazione di fondi per promuovere progetti mirarti a favorire il conseguimento di una qualifica di terzo livello o di un diploma professionale.

I progetti devono essere relativi ai settori dell’agroalimentare, dell’edilizia sostenibile, della cultura e del turismo, della logistica, dell’ICT e dello smart manufacturing. Per ciascun progetto è previsto uno stanziamento di risorse pari a € 270.000,00.

Le domande potranno essere presentate entro il 27 luglio 2017.

11lug 2017

REGIONE LOMBARDIA: aperto il bando “Innodriver”

La Regione Lombardia promuove, con un plafond di risorse pari a € 11.000.000,00, il bando “Innodriver” per sostenere le piccole e medie imprese nell’acquisizione e sviluppo di servizi avanzati di innovazione tecnologica e nei processi di brevettazione.

Tre le misure previste:

Misura A: collaborazione tra PMI e centri di ricerca;

Misura B: supporto alle proposte che hanno ottenuto il “Seal of Excellence”;

Misura C: supporto ai processi di brevettazione.

Sono previsti contributi a fondo perduto così distinti:

per le misure A e C

• 25.000 euro per la misura A a fronte di un investimento minimo previsto dalla misura pari a € 40.000;

• 50% dell’investimento ammesso a fronte del superamento dell’investimento minimo previsto per la misura C pari a € 2.000 (per 1 domanda di brevetto) e € 4.000 (per 2 o più domande di brevetto).

Per la misura B

• l’agevolazione consiste in un contributo fisso su regime forfettario pari € 30.000.

Le domande potranno essere presentate esclusivamente attraverso la piattaforma dedicata:

- 12-31 luglio 2017 per la Misura A (1° finestra);

- 20 luglio – 31 ottobre 2017 per la Misura B;

- 20 luglio – 27 settembre 2017 per la Misura C.

11lug 2017

HORIZON 2020: eliminata la tassazione agevolata dei redditi prodotti dai marchi d’impresa

La Commissione Europea lancia il progetto “Data Pitch” al fine di favorire le imprese e le start up attive nella gestione dati.

Il bando prevede la concessione di € 100.000,00 per le prime cinquanta migliori idee progettuali.

Le domande dovranno essere presentate entro il 1° ottobre 2017.

10lug 2017

PATENT BOX: eliminata la tassazione agevolata dei redditi prodotti dai marchi d’impresa

L’esclusione dei marchi dal perimetro oggettivo della tassazione agevolata del Patent Box viene introdotta dal legislatore per adeguare il regime nazionale alle prescrizioni dettate dall’Ocse che, con decorrenza 30 giugno 2016, limitano l’applicazione di tali regimi soltanto ai brevetti, ai modelli di utilità e al software protetto dal diritto d’autore.

Le recenti modifiche apportate dall’articolo 56 del Dl 50/2017 valgono a decorrere dal periodo d’imposta 2017 e, pertanto, per le opzioni esercitate fino al 31 dicembre 2016 (periodi d’imposta 2015 e 2016), resteranno valide le disposizioni previgenti alla nuova disciplina.

L’esclusione dei brand dal perimetro oggettivo della detassazione prevista dal 1° gennaio 2017 comporterà l’impossibilità di estendere la validità del regime premiale oltre il quinquennio, cioè entro il 2019 per i contribuenti che hanno presentato l’istanza nel 2015 ovvero entro il 2020 per coloro che hanno presentato l’istanza nel 2016. In tal modo, è stato possibile estendere al massimo consentito il periodo di grandfathering, ossia il limite temporale massimo stabilito dall’Ocse al 30 giugno 2021, data entro cui far cessare i benefici concessi dai regimi non conformi al nexus approach.