NEWS

31gen 2017

DISEGNI +3: rifinanziato il bando

Rifinanziato dal Ministero dello Sviluppo Economico il bando Disegni +3 con 4,7 mln di euro per la valorizzazione dei disegni e dei modelli.

Il finanziamento riguarda le domande già presentate in passato e non accolte per mancanza di fondi.

Le agevolazioni sono concesse nella forma di contributo in conto capitali nella misura massima dell’80% delle spese ammissibili e fino ad un massimo di € 120.000,00 per impresa.

L’impresa può richiedere inoltre, a titolo di anticipazione, una prima quota dell’agevolazione nella misura del 50% dell’ammontare del contributo concesso, previa presentazione di una fidejussione bancaria o polizza assicurativa.

31gen 2017

NUOVA SABATINI: l’incentivo è cumulabile con gli sgravi fiscali per le imprese

La “nuova Sabatini” è cumulabile con le norme che prevedono benefici di carattere fiscale applicabili alla generalità delle imprese. In quanto le stesse non sono da considerarsi “aiuti di stato” e dunque non concorrono a formare il cumulo.

26gen 2017

CREDITO D'IMPOSTA IN R&S: sì al cumulo con con i fondi UE

Il credito d'imposta per le attività di R&S è cumulabile con gli incentivi comunitari, inclusi i fondi erogati nell'ambito del programma "Horizon 2020".

La compatibilità è ammessa anche laddove, entrambe le forme agevolative riguardino i medesimi investimenti purchè la somma dei diversi bonus non ecceda i costi sostenuti dall'impresa.

26gen 2017

PATENT BOX: prime chiamate per le PMI che dovranno presentare i documenti

Le imprese che hanno presentato istanza di accesso con riferimento all'esercizio 2015 hanno ricevuto o stanno per ricevere l'invito a presentarsi presso la sede regionale di riferimento.

L'invito informa l'impresa sul fatto che, nel corso dell'incontro, sarà esaminata, in contraddittorio, la documentazione già consegnata in precedenza all'Agenzia.

26gen 2017

IPER AMMORTAMENTO: in arrivo la circolare con i beni agevolati

In arrivo una circolare dell'Agenzia delle entrate con i chiarimenti per l'iper ammortamento dei beni ad alto contenuto tecnologico necessari al passaggio al digitale.

Si stima che nell'arco di un paio mesi il Piano dovrà entrare pienamente a regime. Mentre sono previsti tempi per il decreto relativo alle PMI: gli incentivi previsti potrebbero incappare nel divieto di aiuti di Stato.