NEWS

16ott 2017

DIGITALIZZAZIONE DELLE PMI: voucher per € 10.000,00

La misura prevista dal decreto Destinazione Italia (DL 145-2013) prevede l’assegnazione alla micro, piccole e medie imprese di voucher per l’acquisto di hardware, software e servizi finalizzati alla digitalizzazione dei processi aziendali e all’ammodernamento tecnologico.

I voucher sono concessi nella misura del 50% del totale delle spese ammissibili e fino ad un massimo di € 10.000,00.

Le spese agevolabili devono riguardare:

- Miglioramento dell’efficienza aziendale;

- Modernizzazione dell’organizzazione del lavoro;

- Soluzioni di e-commerce;

- Connettività a banda larga e ultrlarga;

- Collegamento alla rete internet mediante la tecnologia satellitare;

- Formazione qualificata nel campo ICT.

I fondi disponibili per la Regione Marche è pari a € 2.983.929,22.

16ott 2017

REGIONE MARCHE: chiusura sportello “voucher per la partecipazione alla progettazione di fondi diretti UE”

La Regione Marche comunica che lo sportello istituito con il Bando POR FESR “Voucher per favorire la partecipazione ai Programmi Comunitari a Gestione Diretta della Commissione Europea” chiuderà il 30 ottobre 2017.

Con successivo decreto, verrà istituito un nuovo sportello.

16ott 2017

BONUS PUBBLICITA’: credito d’imposta per gli investimenti incrementali realizzati dal 24 giugno 2017

Approvato il decreto che estende gli investimento pubblicitari incrementali sostenuti nel secondo semestre 2017.

Il credito d’imposta per investimenti in pubblicità spetta per gli investimenti incrementali realizzati già dal 24 giugno 2017.

All’agevolazione possono accedere imprese e lavoratori autonomi per campagne pubblicitarie su quotidiani, periodici, radio e tv locali.

L’agevolazione è pari al 75% della quota incrementale dell’investimento rispetto all’anno precedente, e aumenta al 90% nel caso di microimprese, pmi e start-up innovative.

13ott 2017

REGIONE MARCHE: 2,4 milioni di euro per gli impianti sportivi

La Regione Marche stanzia fondi per 2,4 milioni di euro al fine di finanziare la riqualificazione degli impianti sportivi di proprietà pubblica.

Possono accedere ai contributi regionali gli enti locali, le unioni dei comuni, le università, gli enti e associazioni sportive.

Il bando prevede la concessione di contributi in conto capitale pari al massimo al 50% della spesa ritenuta ammissibile e comunque fino ad un massimo di € 75.000,00.

Sono finanziabili interventi di ristrutturazione, ammodernamento, completamento, ampliamento, riconversione, adeguamento tecnologico, manutenzione straordinaria, interventi di bonifica dell’amianto, adeguamento delle normative sulla sicurezza e sull’abbattimento delle barriere architettoniche, efficientamento energetico, acquisto di attrezzature.

La scadenza del bando è fissata per il 15 novembre 2017.

13ott 2017

VOUCHER INTERNAZIONALIZZAZIONE PMI: via agevolata per l’accreditamento

Più veloci i tempi per le società delle associazioni di imprese nell’accreditamento delle società dei Tem (Temporary Export Manager). Il decreto ministeriale ha disposto la sostituzione dell’elenco costituito il 1° settembre 2015 con una nuova selezione di società accreditate a fornire servizi di accompagnamento ai processi di internazionalizzazione alle PMI beneficiarie del voucher: gli interessati ad esservi accreditati devono presentare domanda a partire dalle ore 10 del 16 ottobre 2017 e fino alle ore 16 del 31 ottobre 2017.

La normativa prevede la concessione di 26 milioni di euro al sostegno dell’internazionalizzazione delle PMI attraverso il cosiddetto «Piano di promozione straordinaria per il Made in Italy» da parte del Mise; l’erogazione degli incentivi avviene attraverso il riconoscimento alle imprese beneficiarie di un voucher da spendere per l’impiego di un temporary export manager (Tem).

Possono avere accesso ai benefici tutte le micro, piccole e medie imprese, costituite in qualsiasi forma giuridica; sono inoltre ammesse le Reti di imprese tra PMI. Condizione necessaria, però, è l’aver conseguito un fatturato minimo di 500 mila euro nell’ultimo esercizio contabile chiuso. Tale vincolo non sussiste nel caso di start-up iscritte nella sezione speciale del Registro delle imprese, di cui all’articolo 25, comma 8, legge 179/2012.

Il voucher assegnato è pari a € 10.000,00 per progetti a fronte di un contratto di servizio con la società di temporary export management di importo almeno pari, al netto dell’Iva, a € 13.000,00; l’importo si riduce a € 8.000,00 per le pmi che abbiano già beneficiato del voucher a valere sul precedente bando. Dal bando corrente, inoltre, è prevista la concessione di un voucher maggiorato – cosiddetto voucher advanced stage - di importo pari a € 15.000,00 . In tal caso, però, il contratto di servizio con la società di temporary export management dovrà essere di importo almeno pari a € 25.000,00, al netto dell’Iva.

Infine, il contributo è innalzabile fino a € 30.000,00 al raggiungimento di specifici obiettivi sui volumi di export, e destinato a supportare le pmi che si avvalgono per almeno un anno della consulenza del Tem.

Fra gli altri requisiti richiesti per l’accreditamento, le società devono aver svolto con esito positivo e attraverso la messa a disposizione di Tem, a partire dal 1° gennaio 2015 e fino alla data di presentazione della domanda di iscrizione all’elenco delle società di temporary export management, almeno 8 progetti di supporto a processi di internazionalizzazione d’impresa. Tuttavia, il possesso di tale requisito non è richiesto per le società di servizi delle associazioni imprenditoriali rappresentative ai sensi dell’articolo 4, della legge 11 novembre 2011, n.180.

Di contro, le imprese che intendano richiedere l’accesso ai voucher potranno iniziare la compilazione online della domanda a partire dal 21 novembre 2017. L’apertura dello sportello è prevista dalle ore 10.00 del 28 novembre 2017.