NEWS

13dic 2021

FONDO GRANDI IMPRESE: riapertura dei termini per presentare domanda

Riparte oggi, 13 dicembre, il Fondo grandi imprese in difficoltà rivolto alle società con un numero pari o superiore a 250 dipendenti, o che abbiano un fatturato superiore ai 50 milioni di euro e un bilancio superiore ai 43 milioni, che si trovano per l’emergenza Covid in momentanea difficoltà economico-finanziaria.

Le domande devono essere inviate a Invitalia esclusivamente on line e saranno valutate in base all’ordine di arrivo, fino ad esaurimento dei fondi.

Il Fondo concede finanziamenti agevolati a 5 anni per la ripresa o la continuità dell’attività. Il rimborso avviene a partire dai 12 mesi successivi alla prima (o unica) erogazione, con un piano di ammortamento a rate costanti semestrali e posticipate al 31 maggio e 30 novembre di ogni anno.

Il prestito può finanziare tutte le spese sostenute per garantire la continuità e la ripresa degli stabilimenti produttivi e delle attività imprenditoriali oggetto del piano aziendale per:

- realizzazione e/o completamento di investimenti produttivi;

- costo del personale, inclusi oneri sociali, e spese relative a personale in busta paga di altre aziende, se impiegato presso i siti aziendali oggetto dell’intervento;

- capitale circolante necessario allo svolgimento della normale attività aziendale.

10dic 2021

BANDO MARCHI COLLETTIVI: domande entro il 22 dicembre

Il Bando Marchi Collettivi 2021 agevola la realizzazione di un progetto di promozione all’estero di un marchio collettivo o di certificazione già registrato al momento della presentazione della domanda.

I beneficiari sono le associazioni rappresentative delle categorie produttive; i consorzi di tutela di cui all’art. 53 della legge n. 128/1998; altri organismi di tipo associativo o cooperativo. È possibile presentare una sola domanda di agevolazione per ciascun marchio collettivo o di certificazione.

L’agevolazione è concessa nella misura del 70% delle spese ammissibili, mentre l’importo massimo non può superare 150.000 euro, a fronte di una o più domande aventi ad oggetto marchi collettivi o di certificazione differenti. Non sono ammesse domande per un importo di agevolazione inferiore a 20.000 euro.

La domanda di partecipazione potrà essere presentata entro e non oltre le 24:00 del 22 dicembre 2021.

02dic 2021

CAMERA DI COMMERCIO DELLE MARCHE: bando "Borghi"

La Camera di Commercio e la Regione Marche, propongono l’intervento a sostegno dei borghi dell’entroterra marchigiano con l’obiettivo di incentivare l’attività economica e lo sviluppo dell’imprenditorialità.

Possono presentare domanda le imprese individuali, le società di persone e capitali, le cooperative, appartenenti al settore del commercio (Codice ATECO 47), che intendano trasferire la sede o unità locale, o apertura di nuova unità locale od avviare una nuova impresa all’interno di un borgo marchigiano.

Sono previsti contributi a fondo perduto fino al 70% delle spese effettivamente sostenute e ritenute ammissibili.

Le domande potranno essere presentate a partire dal 01.12.2021 fino alle ore 19:00 del 31.05.2022.

02dic 2021

SIMEST: domande fino a maggio 2022

Le imprese avranno tempo fino al 31 maggio 2022 per inoltrare la propria domanda d’accesso al Fondo 394 per l’internazionalizzazione.

L’allungamento della deadline, inizialmente fissata per il 3 dicembre, è collegata alla proroga del Temporary Framework e consentirà di accedere alle risorse ancora a disposizione pari a circa 360 milioni salvo esaurimento anticipato. Il Recovery Plan, come noto, ha rifinanziato il Fondo con 1,2 miliardi di euro: al 1° dicembre, le imprese che hanno aderito sono oltre 5.860 per oltre 836 milioni. L’obiettivo fissato dal Pnrr di 4mila imprese entro la fine del 2021 è stato dunque ampiamente conseguito.

Il rifinanziamento del Fondo 394 nel Pnrr ha riservato alle piccole e medie imprese del Mezzogiorno il 40% della dotazione complessiva dello strumento (480 milioni) e ha stabilito che le aziende, con almeno una sede operativa al Sud, potranno contare su una quota a fondo perduto fino al 40% dell’importo complessivo, mentre l’asticella per tutte le altre scende al 25 per cento.

Si ricorda che, lo strumento, è in grado di assicurare un importante assist alle imprese andando a coprire tre diversi binari: transizione ecologica e digitale, sviluppo del commercio elettronico (e-commerce) e partecipazione delle pmi a fiere e mostre internazionali.

26nov 2021

IMPRESE AGRICOLE: contributi a fondo perduto

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha messo a disposizione delle aziende agricole un fondo di 5 milioni di euro per gli investimenti innovativi, possono accedere al fondo le micro, piccole e medie imprese attive nel settore della produzione agricola primaria, della trasformazione e della commercializzazione di prodotti agricoli.

Le agevolazioni, riconosciute nel limite di 20.000 euro per soggetto beneficiario, sono concesse per l’acquisto e l’installazione di beni strumentali nuovi, materiali e immateriali. Ai fini dell’ammissibilità, le spese devono essere sostenute successivamente alla data di presentazione della domanda di agevolazione, nonché essere pagate esclusivamente attraverso conti correnti intestati all’impresa beneficiaria e con modalità che consentano la piena tracciabilità.

Sono agevolati gli acquisti in beni materiali strumentali nuovi da parte delle imprese agricole che determinano il reddito agrario ai sensi dell'art. 32 del TUIR, o per i soggetti che effettuano investimenti in beni immateriali strumentali compresi nell’elenco di cui all’allegato B annesso alla l. n. 232/2016, come integrato dall’art. 1, comma 32, della l. n. 20/2017. Si tratta dei beni immateriali (software, sistemi e system integration, piattaforme e applicazioni) connessi a investimenti in beni materiali Industria 4.0.

I termini di presentazione delle domande di agevolazione saranno definiti con successivo provvedimento del Direttore generale per gli incentivi alle imprese del Ministero, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana e nel sito Internet del Ministero.