NEWS

01feb 2017

UE: incentivi per i prodotti tipici

La Commissione europea stanzia 85 mln di euro a favore delle imprese per finanziare azioni di informazione sulla qualità dei prodotti tipici e di promozione degli stessi sul mercato interno.

Il bando riguarda l’esecuzione di programmi semplici nell'ambito delle priorità tematiche 1 e 2 del programma di lavoro annuale per il 2017, ossia i programmi semplici nel mercato interno e nei paesi terzi. Le tipologie di attività possibili sono molte quali ad esempio siti web, social media TV, stampa, radio, pubblicazioni, video, fiere e altro.

Le proposte dovranno essere presentate entro il 20 aprile 2017.

01feb 2017

REGIONE CALABRIA: contributi per l’internazionalizzazione

La Regione Calabria mette a disposizione 3,5 mln di euro per favorire l’internazionalizzazione delle PMI locali.

Il bando prevede la concessione di incentivi per la partecipazione a fiere e saloni internazionali, realizzazione di show-room temporanei e avvio di partnership con imprese estere.

Sono previsti contributi pari al 70% delle spese ammesse e fino ad un massimo di € 100.000,00.

Le domande per accedere al bando dovranno essere presentate entro il 2 marzo 2017.

01feb 2017

CREDITO D’IMPOSTA AL SUD: sale fino al 25% per le grandi imprese

Con un emendamento al decreto per il Mezzogiorno il governo punta ad accrescere le aliquote di agevolazione, ampliare l’area di applicazione anche alla Sardegna ed estendere i criteri di accesso.

Per le grandi imprese del Sud il credito per l’acquisto di beni strumentali passa dal 10 al 25% con maggiorazioni pari al 10% per le medie imprese e del 20% per le piccole.

31gen 2017

REGIONE EMILIA-ROMAGNA: nuovi bandi rivolti ai Gruppi operativi per l’innovazione (Goi)

La Regione Emilia-Romagna accelera sul versante dell’innovazione in agricoltura e stanzia 5,4 milioni per il finanziamento di nuovi bandi rivolti ai Goi (Gruppi operativi per l’innovazione).

L’operazione è volta a promuovere la cooperazione tra vari soggetti per la messa a punto e il trasferimento di innovazioni attraverso l’azione dei Gruppi Operativi per l’innovazione, con la realizzazione di piani pilota e di piani per lo sviluppo di nuovi prodotti, pratiche, processi e tecnologie nel settore agricolo e forestale.

Il primo bando (Focus area 4A): finanzia interventi per la tutela della biodiversità in ambito agricolo, cioè progetti che riguardano varietà vegetali e razze animali a rischio di scomparsa. Le risorse ammontano ad oltre 1,3 milioni di euro, con priorità alle aree protette.

Il secondo bando (Focus area 5C): ha come obiettivo l’approvvigionamento e l’utilizzo di sottoprodotti agroindustriali, materiali di scarto e residui vari, in particolare per lo sviluppo della produzione di bioenergie a bassa emissione di inquinanti. A disposizione dei futuri Goi ci sono circa 1,55 milioni di euro.

Il terzo bando (Focus area 5D): punta a favorire la sostenibilità della zootecnia ed è finalizzato allo studio e alla messa a punto di tecniche e sistemi organizzativi per ridurre le emissioni di gas serra e di ammoniaca degli allevamenti. La dotazione finanziaria supera di poco l’importo di 1,4 milioni di euro.

Il contributo pubblico è pari del 90% delle spese ammissibili per i primi tre bandi, per salire fino al 100% nell’ultimo caso. E' possibile inviare le domande di contributo a partire dal 23 gennaio 2017 e fino al 31 marzo 2017.

31gen 2017

BONUS ALBERGHI: click day al 7 febbraio

Slitta il termine per chiedere il bonus alberghi, il credito d’imposta del 30% per i lavori di riqualificazione sulla struttura effettuati nel 2016: le istanze potranno essere compilate fino alle ore 16:00 di venerdì 3 febbraio mentre il click day dalle ore 10:00 di martedì 7 febbraio fino alle ore 16:00 di mercoledì 8 febbraio.

Ricordiamo che sono agevolati gli interventi di ristrutturazione edilizia, eliminazione barriere architettoniche, incremento dell’efficienza energetica e spese di acquisto mobili destinati alle strutture oggetto di lavori agevolati.

Il credito d’imposta si applica fino a una spesa massima di 200 mila euro e si utilizza in compensazione tramite F24.