NEWS

17ott 2019

MANOVRA 2020: iper e superammortamento estesi

La nuova legge di bilancio 2020 prevede che l’iperammortamento e il superammortamento saranno estesi a una durata triennale e contestualmente saranno prorogati anche il credito d’imposta per la formazione 4.0 e il credito d’imposta per gli investimenti nel Mezzogiorno. Anche la Nuova Sabatini sarà rifinanziata.

La nuova legge di bilancio porterà in dote l’estensione al triennio dell’iperammortamento, con una valutazione del 170% degli investimenti in beni nuovi, strumentali, materiali e ad alto contenuto tecnologico. L’incentivo sarà orientato su investimenti in chiave sostenibile ed ecocompatibile, oltre che in chiave Industria 4.0.

Sarà confermata anche l’agevolazione, ai soggetti che beneficiano dell’iperammortamento, che prevede la possibilità di fruire di una supervalutazione del 140% per gli investimenti in beni strumentali immateriali (software e sistemi IT).

L’estensione dell’agevolazione riguarderà anche il superammortamento, con una supervalutazione del 130% degli investimenti in beni strumentali nuovi.

16ott 2019

INNOVATION MANAGER: dal 7 novembre le domande per richiedere il voucher

A partire dal 7 novembre le imprese e le reti d’impresa potranno avviare la compilazione della domanda per richiedere il Voucher per l’Innovation manager.

Pubblicato il decreto del MiSE che disciplina le modalità e i termini per la presentazione delle domande e per l’erogazione dell'agevolazione.

La misura ha l’obiettivo di sostenere i processi di trasformazione tecnologica e digitale delle PMI e delle reti d’impresa, presenti su tutto il territorio nazionale.

Le risorse complessivamente stanziate ammontano 50 milioni di euro. L’agevolazione verrà concessa sulla base di una procedura a sportello, per cui le domande inviate dalle imprese e dalle reti d’impresa verranno ammesse alla fase istruttoria sulla base dell’ordine cronologico di presentazione.

L’iter di presentazione delle domande di agevolazione è articolato nelle seguenti fasi:

- verifica preliminare del possesso dei requisiti di accesso alla procedura informatica, a partire dalle ore 10:00 del 31 ottobre 2019

- compilazione della domanda di accesso alle agevolazioni, a partire dalle ore 10.00 del 7 novembre 2019 e fino alle ore 17.00 del 26 novembre 2019

- invio della domanda di accesso alle agevolazioni, a partire dalle ore 10.00 del 3 dicembre 2019.

15ott 2019

CREDITO D’IMPOSTA: fino al 40% per Impresa 4.0

Nel nuovo piano del Ministero dello Sviluppo Economico per “Impresa 4.0” gli investimenti dedicati alla sostenibilità ambientale potranno usufruire di un credito d’imposta del 40%.

Gli “investimenti “green” sono uno dei tre grandi capitoli in cui si articolerebbe la nuova agevolazione destinata a sostituire iperammortamento e superammortamento fiscale. Il 40% potrebbe essere l’aliquota più alta, il 6% quella più bassa riservata agli investimenti per l’ammodernamento ordinari attualmente coperti dal superammortamento. Tra le due un’ aliquota intermedia, per gli investimenti in macchinari e apparati funzionali all’ammodernamento digitale e hi-tech (oggi coperti dall’iperammortamento).

Il bonus “verde” per poter essere operativo, dovrà aspettare un decreto attuativo che definisca i criteri delle spese che producono miglioramenti in termini di sostenibilità ambientale ed economia circolare.

Il nuovo sistema avrebbe il vantaggio di essere triennale, agevolando gli investimenti effettuati nel 2020, 2021 e 2022. L’alternativa che darebbe continuità alle imprese - cioè la proroga senza modifiche dell’attuale set di incentivi - sarebbe limitata a una sola annualità (con coda, solo per le consegne, al 31 dicembre 2021 per l’iperammortamento e al 30 giugno 2021 per il superammortamento).

Questa nuova misura si affiancherà al credito di imposta per gli investimenti in ricerca e sviluppo (valido anche per il 2020) e al credito di imposta per la formazione 4.0 (che sarà prorogato con la manovra). Il primo di questi due strumenti sarà ampliato con l’estensione alle spese di innovazione e a quelle per il design.

Il bonus formazione, invece, sarà semplificato nella parte riguardante l’obbligo di firmare accordi sindacali, aziendali o territoriali. Inoltre, l’agevolazione dovrebbe essere ampliata alle spese per docenti e formatori mentre oggi è calcolata solo sul costo orario del personale impegnato nell’attività di formazione.

14ott 2019

ASSUNZIONI AL SUD: 60 milioni in arrivo

Arrivano i fondi per l’incentivo occupazione Sud sulle assunzioni operate dal 1° maggio al 31 dicembre 2019.

L’incentivo opera nelle regioni meno sviluppate e in quelle in transizione, territori in cui deve essere ubicata la sede di lavoro presso la quale è fatta l’assunzione. Beneficiari sono i datori di lavoro privati che assumano disoccupati tra i 16 e i 34 anni d’età o con più di 34 anni se privi d’impegno retribuito da sei mesi.

L’agevolazione è pari ai contributi Inps a carico del datore di lavoro, con esclusione dei premi Inail, per 12 mesi dall’assunzione, fino ad un massimo di € 8.060,00 per assunzione e va fruito, a pena di decadenza, entro il 28 febbraio 2021.

07ott 2019

REGIONE MARCHE: pubblicato il nuovo bando per le PMI

Regione Marche ha emanato un nuovo bando destinato alle imprese ubicate nelle aree del cratere sismico e zone limitrofe avente per oggetto ”Sostegno alla innovazione e aggregazione in filiere delle PMI culturali e creative, della manifattura e del turismo ai fini del miglioramento della competitività in ambito internazionale e dell’occupazione”.

Le domande possono essere presentante sul sistema informativo SIGEF a partire dal 30/09/2019 ore 9:00 al 29/11/2019 ore 13:00.

Le risorse complessivamente stanziate ammontano a € 4.500.000,00.

Gli interventi, realizzati in forma singola o aggregata, potranno riguardare:

- progetti aziendali di innovazione organizzativa e gestionale delle imprese operanti a vario titolo nell’ambito culturale e creativo;

- progetti di sviluppo di processi, prodotti e servizi innovativi da parte delle imprese culturali e creative in forma singola o in rete anche con le imprese appartenenti ad altri settori industriali.

Spese ammissibili:

• per progetti in forma singola: da un minimo di € 50.000 ad un massimo di € 150.000