NEWS

31mag 2016

CREDITO D’IMPOSTA AL SUD: in arrivo a fine Giugno

In arrivo per la fine del mese di Giugno il credito d’imposta per gli investimenti innovativi rivolto alle imprese del Sud (Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sicilia, Molise, Sardegna e Abruzzo). La dotazione complessiva messa a disposizione per l’accesso automatico al credito è pari a 617 milioni all’anno fino al 2019.

Per l’accesso al credito d’imposta non dovrà essere presentata alcuna domanda ma andrà effettuata una comunicazione all’Agenzia delle Entrate.

31mag 2016

PMI: prestiti agevolati alle imprese di Potenza

Prestiti bancari agevolati alle piccole e medie imprese attive nell’artigianato, agricoltura, industria , commercio e servizi. Messi a disposizione 100.000 euro attraverso le Cooperative di garanzia e i Consorzi fidi attivi in ambito provinciale.

Le domande delle imprese possono essere inviate entro il 31 dicembre 2016. Farà fede l’ordine cronologico di presentazione delle domande.

31mag 2016

SUPER-AMMORTAMENTO: il bonus anche per i beni all’estero

Con la Circolare 23/E dell’Agenzia delle Entrate è stato confermato che in merito alla territorialità dell’investimento, non è richiesto l’utilizzo del bene, oggetto di beneficio, in una struttura aziendale situata in Italia; bensì sono infatti agevolabili i beni acquistati da soggetti per i quali i relativi ammortamenti concorrono alla formazione del reddito assoggettabile a tassazione in Italia.

La circolare conferma anche l’esclusione del beneficio di beni acquisiti tramite un contratto di locazione operativa o di noleggio e ribadisce il concetto per il quale i beni devono essere strumentali con la conseguenza che ne sono esclusi i beni autonomamente destinati alla vendita, quelli trasformati o assemblati per l’ottenimento di prodotti destinati alla vendita e i materiali di consumo.

Inoltre può essere oggetto dell’agevolazione il bene che sia stato esposto in show room ed utilizzato esclusivamente al solo scopo dimostrativo. In caso di investimento costituito da un bene complesso, alla cui realizzazione abbia concorso anche beni usati, il requisito della novità sussiste in relazione all’intero bene, purchè l’entità del costo relativo dei beni usati non sia prevalente rispetto al costo complessivamente sostenuto.

30mag 2016

PATENT BOX E BONUS RICERCA: le due misure premiano soggetti, investimenti e periodi diversi

Le due misure, pur essendo caratterizzate da un filo conduttore comune, sono tra loro in realtà consequenziali. E’ di primaria importanza rilevare gli elementi comuni e le differenze, come ad esempio:

-Entrambe le agevolazioni si fondano sul principio fiscale della competenza rafforzata (art.109 del Tuir)

-Le agevolazioni spettano ai soggetti che abbiano sia la disponibilità giuridica dell’intangibile ma anche che abbiano effettivamente sostenuto i costi di ricerca inizialmente e/o che nel contempo abbiano implementato, con ulteriori investimenti, lo sviluppo dell’immateriale

-Sono esclusi dal calcolo i costi oggettivamente indeducibili o che, per l’attività svolta, non siano inerenti all’attività

-In entrambi i casi è richiesta la tracciabilità contabile dei costi

-Ai fini del credito d’imposta in R&S non rilevano i costi indiretti sostenuti dall’azienda per lo svolgimento dell’attività mentre nel Patent Box questi ultimi devono essere considerati

-La territorialità e l’ubicazione delle attività svolte per R&S subiscono delle differenziazioni a seconda che si tratti di attività svolte extra o intra muros mentre ai fini del Patent Box, questa “diversità” non assume alcuna rilevanza.

30mag 2016

SUPER AMMORTAMENTO: nuova circolare

La Legge di Stabilità 2016 ha introdotto un interessante superammortamento al 140% acquistati dal 15 ottobre 2015 al 31 dicembre 2016, includendo anche i canoni di locazione finanziaria e l’acquisto di beni in leasing.

Si tratta di fatto di una maggiorazione del 40% sul costo di acquisizione dei beni materiali strumentali nuovi. Con la circolare n. 23/E/2016 l’Agenzia delle Entrate ha fornito una Guida completa all’accesso al beneficio previsto dall’articolo 1, commi da 91 a 94 e 97, della legge n. 208/2015.