NEWS

23mar 2017

REGIONE TOSCANA: area di crisi industriale di Livorno

La Regione Toscana favorisce la crescita sostenibile, la qualificazione del tessuto produttivo regionale e processi di industrializzazione mediante la realizzazione di programmi di sviluppo industriale di particolare rilevanza strategica nei territori dei comuni di Livorno, Collesalvetti e Rosignano Marittimo.

Le risorse messe a disposizione ammontano a 10 mln di euro e saranno ammessi alle agevolazioni, le iniziative che:

a) prevedano la realizzazione di programmi di investimento produttivo e/o programmi di investimento per la tutela ambientale, eventualmente completati da progetti per l'innovazione dell'organizzazione, con spese ammissibili non inferiori a 1,5 milioni di euro;

b) comportino un incremento degli addetti dell'unità produttiva oggetto del programma di investimento.

L’agevolazione consiste in un finanziamento agevolato concedibile pari al 50% degli investimenti ammissibili e un contributo in conto impianti e l'eventuale contributo diretto alla spesa di importo non inferiore al 3% della spesa ammissibile.

Le domande di partecipazione potranno essere presentate fino alle ore 12 del 7 aprile 2017.

22mar 2017

SMART GRID: 80 mln di euro per le reti intelligenti di distribuzione dell’energia

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha stanziato 80 mln di euro per la realizzazione di reti intelligenti di distribuzione dell’energia nei territori delle regioni meno sviluppate attraverso “Smart Grid”.

Saranno ammissibili alle agevolazioni i progetti che prevedono la realizzazione di interventi di costruzione, adeguamento, efficientamento e potenziamento di infrastrutture elettriche nelle regioni del Mezzogiorno.

L’ammontare dell’agevolazione concedibile a ciascuna impresa, per ciascun progetto, non può essere inferiore a 1 mln di euro e non superiore a 50 mln di euro.

22mar 2017

REGIONE EMILIA-ROMAGNA: 2 mln di euro per autonomi, professionisti e piccole imprese

La Regione Emilia-Romagna promuove l'accesso al credito con 2 mln di euro al fine di finanziare lo sviluppo di attività di lavoro autonomo, libero professionale e di micro impresa.

Potranno accedere al fondo:

- lavoratori autonomi;

- liberi professionisti;

- imprese individuali;

- società di persone;

- società a responsabilità limitata semplificata o società cooperative.

Il credito potrà essere utilizzato per l'acquisto di beni, il pagamento di corsi di formazione e alta formazione, oltre a esigenze di liquidità connesse allo sviluppo dell'attività, compreso il costo di personale aggiuntivo. Finanziabili anche gli investimenti in innovazione, in prodotti e soluzioni di ICT e sviluppo organizzativo, oltre alla messa a punto di prodotti e/o servizi che presentino potenzialità concrete di sviluppo e consolidamento di nuova occupazione.

Le domande per accedere ai finanziamenti possono essere presentate fino al 31 dicembre 2017: l’importo del credito è compreso tra un minimo di 5 mila ed un massimo di 15 mila euro.

21mar 2017

REGIONE CAMPANIA: aperto il bando per la trasformazione, commercializzazione e sviluppo dei prodotti agricoli nelle azienda agroindustriali

La Regione Campania mette a disposizione 35 mln di euro per sostenere la tipologia d'intervento 4.2.1 "Trasformazione, commercializzazione e sviluppo dei prodotti agricoli nelle aziende agroindustriali".

Potranno accedere alle agevolazioni le imprese che operano nel settore della lavorazione, trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli che presentino investimenti diretti:

a) alla costruzione, all’ampliamento o al miglioramento di beni immobili destinati alla attività di lavorazione, trasformazione, commercializzazione dei prodotti agricoli;

b) all’acquisto di impianti, macchine ed attrezzature nuove di fabbrica necessarie al ciclo produttivo;

c) al miglioramento dell’efficienza energetica e alla produzione di energia da fonti rinnovabili commisurati alle esigenze aziendali (autoconsumo);

d) all’acquisto di programmi informatici, brevetti, diritti d’autore e licenze.

Sono ammissibili a finanziamento, fino ad un investimento massimo ammissibile di 4.000.000,00 di euro le seguenti voci di spesa:

- la costruzione di nuovi stabilimenti nel tetto massimo di 2.000.000,00 di euro;

- il miglioramento o l'ampliamento di edifici esistenti nel tetto massimo di 1.000.000,00 di euro;

- gli investimenti per l'acquisto di macchine, impianti e attrezzature nel tetto massimo di 2.000.000,00 di euro;

- l'acquisto di beni immateriali e spese generali nel tetto massimo di 100.000,00 euro.

Sono previsti incentivi in forma di contributo in conto capitale pari al:

- 50% della spesa massima ammissibile a finanziamento per le imprese che, ai sensi della Raccomandazione 2003/361/CE, sono classificabili come micro, piccole o medie imprese;

- 25% della spesa massima ammissibile per le imprese che, ai sensi della Raccomandazione 2003/361/CE, non sono classificabili come micro, piccole o medie imprese, ma che occupano meno di 750 addetti o il cui fatturato annuo non supera i 200 milioni di euro (imprese intermedie ai sensi degli Orientamenti Comunitari 2006/C 319/01);

- 10% della spesa massima ammissibile per le imprese che, ai sensi della Raccomandazione 2003/361/CE, sono classificabili come grandi imprese.

I termini per la presentazione delle domande di sostegno sono fissati entro il 60esimo giorno dalla data di pubblicazione sul BURC del provvedimento.

20mar 2017

REGIONE SARDEGNA: incentivi per l’agricoltura

La Regione Sardegna promuove il bando rivolto alle imprese agricole che intendono aderire ai regimi di qualità dei prodotti.

A disposizione fondi per 1 mln di euro al fine di coprire i costi delle certificazioni e delle analisi effettuate per i controlli, fino ad un massimo di 5 anni.

Potranno accedere all’agevolazione gli agricoltori che aderiscono ai regimi di qualità per la prima volta. I contributi previsti possono coprire fino al 100% della spese e comunque fino ad un massimo di € 3.000,00.

Le domande potranno essere presentate entro e non oltre il 30 novembre 2017.