NEWS

16giu 2017

REGIONE PUGLIA: bando per l’efficientamento energetico

La Regione Puglia con un plafond pari a 157,8 milioni di euro promuove il bando per ridurre i consumi energetici degli edifici pubblici locali, delle aziende sanitarie e degli uffici statali.

Con l'intervento attivato potranno essere ristrutturati gli edifici sia per l'involucro esterno, sia per le dotazioni impiantistiche, con sistemi di telecontrollo intelligente, regolazione, gestione, monitoraggio e ottimizzazione dei consumi energetici e potranno essere installati impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili per l'autoconsumo. Tra gli interventi ammessi, infissi, isolamenti murari, sistemi efficienti di riscaldamento e condizionamento, sostituzione di illuminazione degli interni e di scaldacqua elettrici.

Ogni intervento presentato non dovrà superare i 5 milioni di euro e ciascun ente potrà presentare fino a tre progetti, purché riferiti a edifici diversi, con un'ipotesi di finanziamento totale fino a 15 milioni.

Le domande per accedere ai fondi potranno essere presentate fino al 30 agosto 2017.

16giu 2017

BANDO AGENDA DIGITALE: stop alle domande

Stop alle domande per il bando Agenda digitale promosso dal Mise.

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha disposto la sospensione dei termini di presentazione delle domande di agevolazioni per l’intervento agevolativo Agenda digitale, a causa dell’esaurimento delle risorse.

16giu 2017

PATENT BOX: dal 2017 i marchi restano fuori

Dal 2017 i marchi restano esclusi dal regime Patent Box. L’articolo 56 del Dl 50/2017, approvato ieri in via definitiva, stabilisce che le imprese che hanno optato nel 2015 e nel 2016 potranno continuare a detassare il reddito dei marchi, sia ad uso diretto che concessi in licenza, fino al termine del quinquennio e in ogni caso non oltre il 30 giugno 2021. Dal 2017, opzioni valide solo per brevetti, software e know how.

L’articolo 56 del Dl 50/2017 fa uscire i marchi di impresa dal comma 39 della legge 190/2014, che contiene la lista degli intangibili che possono fruire dell’agevolazione. Il regime resta invece applicabile al software tutelato, ai brevetti, ai disegni e ai modelli ed infine al know how («processi, formule e informazioni relativi ad esperienze acquisite nel campo industriale, commerciale o scientifico giuridicamente tutelabili»).

15giu 2017

REGIONE MARCHE: aiuti ai giovani agricoltori

La Regione Marche mette a disposizione 26 milioni di euro per facilitare l’insediamento di giovani agricoltori sul territorio, agevolando il ricambio generazionale nelle imprese agricole e incentivando l’imprenditoria giovanile.

Tre gli ambiti di intervento: agriturismo, agricoltura sociale, trasformazione di prodotti agricoli.

Potranno beneficiare delle risorse i giovani imprenditori under 40 che si insediano per la prima volta in un’azienda come titolari d’azienda.

L’importo del sostegno varia da € 35.000,00 a € 50.000,00.

Le domande per accedere alle agevolazioni dovranno essere inviate entro il 29 giugno 2017.

15giu 2017

POST SISMA: 15 milioni di euro alle PMI

Per le PMI colpite dal sisma tra l’agosto del 2016 e il gennaio 2017 arrivano 15 milioni di euro destinati al ripristino o alla riconversione dell’attività azienda o utilizzate per esigenza di liquidità.

Tra le Regioni interessate al beneficio: Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria.

Il Fondo sarà alimentato dalle Fondazioni associate ad Acri, costituito presso Intesa Sanpaolo, finanzierà i progetti, a tassi molto contenuti, fino al 100% dei costi sostenuti dal beneficiario, con un massimo di 30mila euro. Il finanziamento avrà una durata massima di 60 mesi per i finanziamenti destinati al sostegno di investimenti e di 36 mesi per supportare la liquidità.

L’azienda dovrà presentare la domanda presso una filiale del gruppo Intesa Sanpaolo e per conoscenza alla Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno. La Banca poi valuterà e assumerà la delibera, dandone comunicazione alla Fondazione.

Ogni finanziamento concesso dalla banca sarà assistito da una garanzia a valere sul Fondo di importo pari all’80% del credito.