NEWS

28lug 2017

HORIZON: 105 milioni di euro per l’energia “verde”

Il programma Horizon 2020 mette a disposizione 105 milioni di euro nell’ambito del programma di lavoro «Energia sicura, pulita ed efficiente».

Sono 11 gli inviti (call) a presentare proposte innovative, entro il 7 settembre, da parete di piccole e medie imprese in partenariato con università o centri di ricerca al fine di sviluppare:

- tecnologie per la riduzione del costo dell’elettricità fotovoltaica;

- soluzioni vicino al mercato per l’utilizzo del calore solare nei processi industriali;

- azioni dimostrative per la realizzazione di una grande turbina eolica da 10 Mw;

- idee per una seconda generazione di strumenti di progettazione per dispositivi di energia oceanica;

- metodologie per una più semplice installazione di sistemi produzione pre-commerciale di biocarburanti avanzati per l’aviazione;

- azioni congiunte per promuovere soluzioni innovative di energia nelle tecnologie dell’energia rinnovabile nonché iniziative di cooperazione rafforzata in reti intelligenti locali e regionali del sistema energetico europeo.

Sono previsti finanziamenti fino al 70% dei costi ammissibili.

28lug 2017

CREDITO D’IMPOSTA SUGLI INVESTIMENTI PUBBLICITARI: di prossima uscita il decreto

l credito d'imposta sugli investimenti pubblicitari, introdotto dalla legge 96/2017, costituisce uno strumento per incrementare gli investimenti in campagne pubblicitarie su stampa quotidiana e periodica e su emittenti televisive e radiofoniche locali.

Il contributo è rivolto a imprese e lavoratori autonomi con modalità che saranno rese note prossimamente, ma si può già applicare agli investimenti pubblicitari effettuati a partire dal 24 giugno 2017.

Per accedere al beneficio occorre che il valore degli investimenti effettuati superi dell'1% il valore degli analoghi investimenti sostenuti nell'anno precedente, sugli stessi mezzi di informazione. Ancora da chiarire se il calcolo dovrà essere effettuato distinguendo tra i vari mezzi di comunicazione prescelti per gli investimenti pubblicitari.

Il credito di imposta spetterà nella misura del:

- 75% del valore incrementale per imprese e lavoratori autonomi;

-90% del valore incrementale per le piccole e medie imprese, le microimprese e le startup innovative.

Il credito di imposta sarà utilizzabile esclusivamente in compensazione, in base al Dlgs 241/1997, previa istanza diretta al dipartimento per l'Informazione e l'editoria della presidenza del Consiglio dei ministri.

26lug 2017

BANDO SMART&START: finanziati 332 progetti a luglio

A metà luglio sono state concesse da Invitalia agevolazioni per € 159.147.310 che hanno finanziato 332 progetti.

Tra le prime regioni ad usufruire degli incentivi per le start-up risultano esserci Campania, Lombardia e Abruzzo.

Si ricorda che il bando Smart&Start agevola i progetti che prevedono programmi di spesa compresi tra i 100 mile e 1,5 milioni di euro, per acquistare beni di investimento e sostenere costi di gestione aziendale. Il bando riconosce un mutuo senza interessi della durata massima di 8 anni di valore pari al 70% delle spese ammissibili.

25lug 2017

CAMERA DI COMMERCIO DI MACERATA: pubblicate le FAQ per la concessione di contributi per la partecipazione alle fiere

La C.C.I.A.A di Macerata promuove la competitività delle imprese e del territorio incentivando la partecipazione delle imprese a fiere nazionali e internazionali attraverso la concessione di contributi a fondo perduto.

Al fine di agevolare le imprese che vogliono partecipare al bando, la Camera di Commercio di Macerata ha pubblicato online una serie di Faq e organizzato un incontro rivolto a tutti gli interessati presso l’Ente camerale in via T. Lauri n.7 a Macerata, giovedì 27 luglio dalle ore 14:30 alle ore 17:30.

L’incontro è inteso ad illustrare le modalità corrette di compilazione delle domande.

25lug 2017

IPER AMMORTAMENTO: ultimi chiarimenti dal MISE

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha fornito ulteriori chiarimenti in materia di super e iper ammortamento. Una serie di FAQ sono state pubblicate sul sito istituzionale del MISE al fine di far luce su questioni ancora poco chiare.

Tra le risposte fornite si rilevano, in primo luogo, quelle riguardanti l’agricoltura 4.0, i concetti di “fabbrica” e di “trasformazione”.

Viene precisato che le macchine agricole possono rientrare nella voce n.11 dell’Allegato A se sono in grado di gestire le lavorazioni su base spaziotemporale al fine di incrementare la profittabilità e ridurre l’impatto ambientale.

Il MISE ha definito inoltre il concetto di “fabbrica” come l’insieme di attività integrate nella catena del valore che trasformano delle risorse (input di processo) in un prodotto finito (output di processo). Mentre per quanto riguarda il concetto di “trasformazione”, questo deve essere inteso come un processo che modifica lo stato delle materie prime, semilavorati e prodotti, eseguito lungo la catena del valore necessaria al fine di rendere disponibile e fruibile un prodotto.