NEWS

27ott 2016

REGIONE LAZIO: prorogata la scadenza per accedere al Fondo Futuro

Nuovo termine fissato per il 16 gennaio 2017 per la presentazione delle domande al Fondo Futuro.

Sono previsti finanziamenti agevolati a favore delle micro imprese in forma di ditta individuale, società di persone e società cooperative da costituire o già attive con sede operativa nella Regione Lazio, titolari di partita IVA anche non iscritti ad albi professionali.

I finanziamenti possono arrivare a coprire il 100% delle spese, con un importo minimo di € 5.000,00 fino ad un massimo di € 25.000,00 al tasso dell’1%.

27ott 2016

SUPER - AMMORTAMENTI: circoscritti solo ai beni strumentali

Super – ammortamenti prorogati per gli investimenti effettuati nel 2017 e i nuovi iper – ammortamenti per gli investimenti nei beni “Industria 4.0”.

Si ricorda che l’agevolazione consiste nel riconoscimento di una maggiorazione del 40% del costo di acquisizione ai fini della determinazione delle quote di ammortamento e dei canoni di locazione finanziaria.

Con riferimento ai super – ammortamenti la disciplina si applica anche agli investimenti in beni materiali strumentali nuovi effettuati entro il 31 dicembre 2017. Secondo la nuova disposizione, il beneficio sarebbe applicabile anche agli investimenti effettuati entro il 30 giugno 2018, a condizione che entro il 31 dicembre 2017 il relativo ordine risulti accettato dal venditore e sia avvenuto il pagamento di acconti in misura non inferiore al 20% del costo di acquisizione.

A differenza dell’attuale versione dell’agevolazione, saranno esclusi dai super – ammortamenti i veicoli e gli altri mezzi di trasporto per chi è prevista la deducibilità parziale.

Saranno introdotti con la nuova legge di bilancio, gli iper – ammortamenti con il costo di acquisizione maggiorato del 150% per investimenti in beni strumentali nuovi funzionali alla trasformazione tecnologica e/o digitale delle imprese in chiave “Industria 4.0”.

Per i soggetti che beneficiano dell’iper – ammortamento è, inoltre, prevista una maggiorazione del 40% del costo di acquisizione dei beni immateriali strumentali ovvero software, sistemi, piattaforme e applicazioni connessi a investimenti in bei materiali Industria 4.0.

26ott 2016

CREDITO PER LE RETI IN AGRICOLTURA: a febbraio si potrà fare domanda

L’agevolazione per il triennio 2014-2016, è stata introdotta con l’art. 3 D.L. 91/2014 e ha trovato attuazione con il successivo D.M. 13 gennaio 2015.

Il credito compete in ragione di contratti di rete già sottoscritti al momento della presentazione della domanda di accesso alle agevolazioni.

Le spese agevolabili possono riguardare:

- attività di consulenza e assistenza;

- costruzione, acquisizione o miglioramento di beni immobili;

- tecnologie e strumentazioni;

- ricerca e sperimentazione;

- formazione dei titolari d’impresa;

- promozione e comunicazione.

Il credito spettante può arrivare fino ad un massimo del 40% delle spese sostenute e certificate e comunque non superiore a € 400.000,00 per ogni anno.

La presentazione della domanda potrà essere fatta dal 20 al 28 febbraio 2017.

25ott 2016

CREDITO D’IMPOSTA IN AGRICOLTURA: nuove modalità

Il Ministero delle Politiche Agricole con la nuova circolare n. 76690/2016 stabilisce le nuove modalità per accedere al credito d’imposta per le reti d’impresa in agricoltura.

Il bonus è riconosciuto nella misura del 40% delle i per i nuovi investimenti sostenuti dal 1° gennaio 2016 al 31 dicembre 2016.

Le spese devono ricadere all’interno di un programma comune di rete volto allo sviluppo di nuovi prodotti, pratiche, processi e tecnologie, nonché alla cooperazione di filiera, fino ad un massimo di € 400.000,00.

Le domande di ammissione all’incentivo potranno essere presentate dal 20 febbraio al 28 febbraio del 2017.

24ott 2016

REGIONE SARDEGNA: al via il bando per i contributi alle PMI

Sarà possibile dalla ore 12:00 del 4 novembre 2016 presentare domanda per accedere al bando “Aumento della competitività delle MPMI operative, attraverso il sostegno agli investimenti materiali e immateriali, servizi di consulenza e formazione”.

Potranno beneficiare delle agevolazioni le micro, piccole e medie imprese operanti in Sardegna da almeno 2 anni.

Sono previsti contributi a fondo perduto nella misura minima del 10% fino ad un massimo del 70% delle spese ammissibili.