NEWS

29gen 2021

DONNE UNDER 35: mix di incentivi

Il Ministero dello Sviluppo Economico concede finanziamenti a tasso zero e contributi a fondo perduto alle imprese femminili, è quando prevede il decreto del Mise del 4 dicembre 2020, in G.U. n. 21 del 27 gennaio 2021.

I beneficiari dell’agevolazione sono:

- le PMI costituite da non più di 60 mesi,

- le PMI la cui compagine societaria sia composta, per oltre la metà, da soggetti femminili di età compresa tra i 18 e i 35 anni di età.

I programmi di spesa non devono essere superiori a Euro 1.500.000 e vanno avviati successivamente alla presentazione della domanda e terminati entro 24 mesi.

Le agevolazioni consistono in finanziamenti di importo non superiore a Euro 250.000,00 non assistiti da garanzie, a tasso zero, rimborsabile in 10 anni, oltre ad un contributo a fondo perduto, per un importo non superiore al 90% della spesa ammissibile.

29gen 2021

SIMEST: nuove agevolazioni per le imprese che operano con l’estero

La SIMEST mette a disposizione delle imprese attive sui mercati esteri due nuovi servizi:

- “Leasing all’esportazione”: consiste in un contributo in conto interessi applicabile su commesse export, rivolto alle imprese italiane che concedono in leasing a medio-lungo termine beni strumentali e relativi servizi e alle società di leasing italiane che acquistano beni e servizi da produttori italiani per concederli in locazione a controparti estere.

-“Lettere di credito export”: è rivolta alle imprese italiane che richiedono il pagamento delle proprie commesse estere tramite una lettera di credito di banca estera e finanziata a medio-lungo termine da banca italiana confermante.

28gen 2021

AREA INDUSTRIALE COMPLESSA DI PORTOVESME: domande dal 25 febbraio

l Ministero dello Sviluppo Economico ha pubblicato il bando relativo alla selezione di iniziative imprenditoriali per il rilancio dell’area industriale complessa di Portovesme.

Le risorse messe a disposizione sono pari a 11 milioni di euro e serviranno a promuovere il rilancio delle attività industriali, nonché la salvaguardia dei livelli occupazionali, tramite il sostegno dei programmi di investimento e sviluppo imprenditoriale.

Possono presentare domanda le società di capitali, le società cooperative e le società consortili. Sono altresì ammessi le reti di imprese costituite da un minimo di 3 ed un massimo di 6 imprese.

Le agevolazioni sono concesse nella forma del contributo in conto impianti, dell’eventuale contributo diretto alla spesa e del finanziamento agevolato (compreso tra il 30% ed il 50% degli investimenti ammissibili).

Le domande potranno essere presentate a Invitalia a partire dalle ore 12 del 25 febbraio 2021 e fino alle ore 12 del 26 aprile 2021.

26gen 2021

CREDITO D’IMPOSTA SPONSORIZZAZIONI SPORTIVE: in arrivo in G.U.

È in attesa di approdare in Gazzetta Ufficiale il D.P.C.M. sulle modalità di richiesta del credito di imposta sulle sponsorizzazioni previsto dall’articolo 81 D.L. 104/2020 (“Decreto Agosto”) che individua le disposizioni applicative necessarie alla concessione del contributo sotto forma di credito di imposta, finalizzato ad incentivare gli investimenti pubblicitari a favore del mondo sportivo.

La norma introduce un contributo, sotto forma di credito di imposta, pari al 50% degli investimenti pubblicitari effettuati tra il 1° luglio e il 31 dicembre 2020, dalle imprese, dai lavoratori autonomi nei confronti di leghe che organizzano campionati a squadre nell’ambito delle discipline olimpiche e paralimpiche ovvero società professionistiche o associazioni e società dilettantistiche regolarmente iscritte al Registro Coni che operino in discipline ammesse ai giochi olimpici e svolgano attività sportiva giovanile.

La domanda dovrà essere presentata al dipartimento per lo sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri entro il 1° aprile 2021 mediante un modulo che sarà reso disponibile entro il prossimo 1° febbraio.

21gen 2021

BANDO “MARCHI STORICI”: domande dal 2 febbraio

Uscito il decreto del Mise relativo alla predisposizione delle domande per l’accesso al Fondo salvaguardia imprese, previsto dall'articolo 43 del Dl 34/20, con una dotazione di 300 milioni di euro.

La domanda di accesso al Fondo può essere presentata a decorrere dalle 12:00 del 2 febbraio 2021.

Tale domanda riguarda le imprese in difficoltà economico finanziaria che abbiano avviato un tavolo di crisi col Mise e che vertono nelle seguenti condizioni (articolo 5 del Dm 29 ottobre 2020):

- posseggono marchi storici;

- hanno un numero di dipendenti superiore a 250;

- detengono beni e rapporti di rilevanza strategica per l'interesse nazionale.

La domanda di accesso al Fondo deve contenere un programma di ristrutturazione finalizzato alla salvaguardia dei livelli occupazionali e alla prosecuzione dell'attività di impresa.