NEWS

11mar 2020

REGIONE MARCHE: pubblicato ITI_Ascoli_Online il bando per le PMI Culturali e Creative

E’ stato pubblicato il bando a sostegno delle PMI culturali e creative della manifattura e del turismo nell’ambito della Strategia Urbana del Comune di Ascoli Piceno, From Past To Smart.

L’intervento vuole favorire la nascita ed il rafforzamento di un sistema urbano di innovazione imprenditoriale, mediante il supporto allo sviluppo di prodotti, processi di innovazione imprenditoriale e servizi complementari alla valorizzazione di identificati attrattori culturali e naturali del territorio.

Le risorse complessivamente stanziate ammontano a € 300.000,00 e possono presentare domanda le micro, piccole e medie imprese.

Sono previsti contributi a fondo perduto fino al 50% della spesa ritenuta ammissibile.

La domanda potrà essere presentata fino alle ore 14:00 del 29 aprile 2020.

04mar 2020

SABATINI: il credito sui beni strumentali è cumulabile

Il credito di imposta per gli investimenti in beni strumentali nuovi è cumulabile con l’agevolazione Sabatini che, si ricorda consiste nella concessione da parte di banche e intermediari finanziari di finanziamenti agevolati al fine di sostenere gli investimenti in beni strumentali nonché della concessione di un contributo da parte del Ministero dello Sviluppo Economico rapportato agli interessi sul finanziamento medesimo.

Il Mef chiarisce che le regole di cumulo non si applicano nel caso di misure fiscali di carattere generale che non configurano aiuti di Stato.

Considerato che il nuovo credito di imposta è una agevolazione non configurata come aiuto di stato, ne consegue la cumulabilità. Dovrebbe essere ammessa la cumulabilità anche con il bando Inail (che consente di ottenere contributi a fondo perduto per l’acquisto di macchine agricole).

04mar 2020

REGIONE MARCHE: prorogato il bando “Sostegno al consolidamento dell’export marchigiano e allo sviluppo dei processi di internazionalizzazione”

La Regione Marche ha prorogato la scadenza del bando alle ore 13:00 del 23 marzo 2020.

Si ricorda che le risorse complessivamente stanziate, tra il comparto del mobile che il comparto moda, ammontano a € 5.674.206,14.

Sono previsti contributi a fondo perduto fino ad un massimo del 50% della spesa ritenuta ammissibile.

26feb 2020

DISEGNI +4: prorogata l’apertura del bando

E’ stata prorogata al prossimo 19 marzo 2020 l’apertura del bando Disegni +4.

Si ricorda che il bando ha una dotazione finanziaria pari a 13 milioni di euro e l’incentivo viene riconosciuto per l’acquisto di servizi specialistici finalizzati alla valorizzazione di disegni e modelli singoli o multipli registrati a decorrere dal 1 gennaio 2018.

I beneficiari possono essere imprese di micro, piccola e media dimensione.

25feb 2020

DISEGNI +4: apertura bando il 27 febbraio

Nell’ambito delle misure volte a favorire la valorizzazione e lo sfruttamento economico dei titoli di proprietà industriale rientra il bando Disegni +4, destinato a disegni e modelli industriali singoli o multipli, registrati anteriormente alla presentazione della domanda e in corso di validità.

L’agevolazione è concessa alle PMI nella forma di contributo in conto capitale, in regime de minimis, per l’acquisto di servizi specialistici esterni finalizzati alla messa in produzione di nuovi prodotti correlati ad un disegno/modello registrato e/o alla commercializzazione di un disegno/modello registrato sui mercati nazionale e internazionale.

A partire dalle ore 9:00 del 27.02.2020 aprirà il bando Disegni+4 secondo una procedura valutativa a sportello gestita da Unioncamere, in cui le domande saranno valutate in ordine cronologico di arrivo fino a esaurimento dei fondi, pari a 13 milioni di euro, nel rispetto della riserva del 5%, pari a 650.000 euro, destinata alle imprese in possesso di rating di legalità.

I disegni/modelli oggetto di valorizzazione, singoli o appartenenti al medesimo deposito multiplo, devono essere registrati presso qualsiasi ufficio nazionale o regionale di proprietà intellettuale/industriale:

- a decorrere dal 01.01.2018;

- in data antecedente la presentazione della domanda di agevolazione;

- in corso di validità.

Il progetto deve concludersi entro 9 mesi dalla notifica del provvedimento di concessione dell’agevolazione, con facoltà di proroga del termine non superiore a 3 mesi, da richiedere in via eccezionale con istanza motivata e soggetta ad approvazione del soggetto gestore Unioncamere.