NEWS

01set 2016

BOTTEGHE DI MESTIERE: disponibili nuove opportunità di tirocinio retribuito

Il bando “Botteghe di Mestiere e dell’Innovazione” è volto ad attivare tirocini formativi retribuiti presso una rosa di imprese situate in Umbria, Liguria, Puglia e Sicilia.

Sono disponibili 58 borse di tirocinio semestrale dal valore di 500€ destinate a stagisti di età non superiore a 35 anni, in stato di disoccupazione.

Le aziende coinvolte sono: Sapori d’amare, Sicilia (filiera agroalimentare); Salento expo moda, Puglia (abbigliamento e moda); Liccumarie sicane, Sicilia (enogastronomia e ristorazione); Job Mec, Umbria (comparto meccanico); La Bottega dei nodi del legno, Liguria (arredo); Umbria Food&Beverage (settore agroalimentare e ristorazione).

Per partecipare è necessario inviare la domanda entro il 19 settembre 2016.

01set 2016

IMPRESE TURISTICHE: 107 milioni di euro alle imprese del Sud

Dal 15 settembre 2016 è possibile inviare, attraverso la piattaforma web di Invitalia, la domanda di accesso ai fondi stanziati per la costituzione delle imprese (anche non profit) nel settore turistico e culturale delle regioni di Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia.

Tre le tipologie di incentivo previste:

- 41,7 mln di euro per le nuove imprese dell’industria culturale (Titolo II del dm dell’11 maggio 2016)

•Sono previsti finanziamenti a tasso 0 fino al 40% della spesa

•Contributo a fondo perduto fino al 40% della spesa

- 37,8 mln di euro per le imprese dell’industria culturale e turistica (Titolo III)

•Finanziamento a tasso zero fino al 60% delle spese

•Contributo a fondo perduto fino al 40% della spesa

- 27,4 mln di euro per terzo settore nell’industria culturale (Titolo IV)

•Contributo a fondo perduto fino all’80% delle spese

Per tutte e tre le linee di intervento gli incentivi verranno concessi con procedimento a sportello, quindi fino ad esaurimento fondi.

31ago 2016

REGIONE MARCHE: avviso pubblico per la concessione di incentivi per il sostegno alla creazione di impresa

La Regione Marche concede incentivi a sostegno della creazione di nuove attività economiche, con particolare attenzione a quelle che operano nelle filiere ad elevato potenziale di sviluppo ed in settori innovativi e potenzialmente trainanti dell’economia regionale.

Saranno finanziate le nuove imprese (tra cui quelle nate da processi di workers buyout), gli Studi Professionali, Singoli e/o Associati e/o dei Liberi professionisti, aventi sede legale e/o sede operativa nel territorio della regione Marche.

La copertura finanziaria complessiva è pari ad Euro 7.500.000,00.

Possono far domanda di incentivi:

-disoccupati (compresi i lavoratori in mobilità);

-lavoratori dipendenti e lavoratori in cassa integrazione di aziende coinvolte in situazioni di crisi aziendale documentata dal ricorso agli ammortizzatori sociali (solo nel caso di interventi di workers buyout).

Scadenza 20 ottobre 2016.

31ago 2016

REGIONE MARCHE: in arrivo 1000 borse lavoro per gli over 30

La Regione Marche con il DDPF n.280/SIM del 29/07/2016 ha approvato l’Avviso pubblico “Assegnazione di 1.000 borse lavoro per soggetti over 30.

Le risorse messe a disposizione ammontano a 4.231.500,00€.

Tra i requisiti per poter accedere all’incentivo avere un età compresa tra i 30 e i 65 anni, essere residenti nella Regione Marche ed essere disoccupati.

L’indennità di partecipazione di € 650,00 mensili per la durata massima di n. 6 mesi e per un impegno settimanale minimo di 25 ore, verrò erogato dalla Regione Marche, con un importo massimo per ogni borsa di € 3.900,00 lordi.

Il soggetto candidato può presentare domanda entro e non oltre il 30 settembre 2016.

30ago 2016

EMILIA ROMAGNA: pubblicato il bando per i contributi alle imprese agricole per gli impianti di energia

Sono state stanziate risorse pari a € 11.157.975,00 per il sostegno agli interventi diretti alla creazione e allo sviluppo di attività extra-agricole, in particolare per la realizzazione di impianti per la produzione, il trasporto, la vendita di energia e/o calore.

L’incentivo è applicabile su tutto il territorio regionale nelle seguenti aree rurali: - Aree rurali con problemi di sviluppo (zone D); - Aree rurali intermedie (zone C); - Aree ad agricoltura intensiva e specializzata (zone B); - Aree urbane e periurbane (zone A).

Saranno ammessi gli interventi volti a:

-realizzazione di impianti per la produzione, trasporto e vendita di energia e/o calore quali: -centrali termiche con caldaie alimentate prevalentemente a cippato o a pellets (potenza massima di 3 Mwt)

-impianti per la produzione di biogas (potenza massima di 3 Mwt) dai quali ricavare energia termica e/o elettrica (compresa cogenerazione)

-impianti per la produzione di energia eolica (potenza massima di 1 Mwe)

- impianti per la produzione di energia solare (potenza massima di 1 Mwe o 3 Mwt, sono esclusi gli impianti a terra)

-impianti per la produzione di energia idrica (piccoli salti – potenza massima di 1 Mwe)

-impianti per la produzione di biometano (potenza massima di 3 Mwt)

-impianti combinati per la produzione di energia da fonti rinnovabili: in tali impianti la parte termica dovrà avere potenza massima di 3 Mwt e la parte elettrica dovrà avere potenza massima di 1 Mwe -impianti per la produzione di pellets e oli combustibili da materiale vegetale

-piccole reti per la distribuzione dell'energia e/o impianti intelligenti per lo stoccaggio di energia a servizio delle centrali o degli impianti realizzati in attuazione del presente avviso

Sono previsti contributi in conto capitale pari al 50% della spesa ammissibile a contributo.

Le domande vanno presentate entro e non oltre l’8 novembre 2016.